Riscaldamento globale, Antartide: allarme maxi iceberg

Riscaldamento globale, Antartide: allarme maxi iceberg

0
Riscaldamento globale, Antartide: allarme maxi iceberg

In Antartide a causa del riscaldamento globale un maxi iceberg sta per staccarsi dalla banchisa: è allarme.

Misura 5mila chilometri quadri, quasi quanto la Liguria, e sono solo 20 chilometri a tenere questa immensa massa di ghiaccio attaccata alla banchisa.

Che cosa succede se si dovesse staccare?  Probabilmente farebbe da apripista ad altro ghiaccio nella parte ovest del continente.

Le conseguenze del riscaldamento globale al Polo Sud diventano sempre più tangibili.

Il maxi iceberg che starebbe per staccarsi è uno dei dieci più grandi mai registrato. Si stima che la sua profondità sia circa mezzo chilometro.

Da dicembre lo scollamento è cresciuto improvvisamente e adesso solo una piccola striscia di ghiaccio trattiene questo gigantesco iceberg.

Per i ricercatori dell’Università di Swansea la perdita di un iceberg di tale portata lascerà l’intero habitat glaciale più vulnerabile.

La grande piattaforma glaciale situata nella zona nord occidentale del mare di Weddell che si estende lungo la costa orientale della penisola Antartica da capo Longing fino all’area meridionale dell’isola di Hearst, è stata divisa dai ricercatori, da nord a sud, in Larsen A (la più piccola), Larsen B e Larsen C (la più grande).

Larsen C ha uno spessore di circa 350 metri e galleggia sui mari “a bordo” dell’Antartide occidentale, trattenendo il flusso dei ghiacciai che lo alimentano.

I ricercatori inglesi del Progetto Midas avevano già notato la criticità di  questo iceberg già lo scorso anno.

“Sarei stupito se l’iceberg non si dovesse staccare nei prossimi mesi” ha dichiarato alla BBC, e non senza preoccupazione, il responsabile del progetto Adrian Luckman, della Swansea University.

Nessun Commento

Rispondi