Silvia Provvedi testimonia in tribunale per il suo Fabrizio

Silvia Provvedi testimonia in tribunale per il suo Fabrizio

0

Il processo a suo carico procede spedito, vista la mole enorme di testimoni chiamati dalla difesa, e nelle scorse ore, a sostegno di Fabrizio Corona, è andata a testimoniare anche la sua attuale compagna Silvia Provvedi, che non gli ha voltato le spalle neppure quanto l’ex re dei paparazzi è stato nuovamente arrestato.

Ricordiamo che Corona è a processo per i circa 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte in un controsoffitto e in parte in Austria.

“Tornava a casa con buste di contanti, da 5, 10, 20, anche 25mila euro. Le teneva nei giacconi in un ripostiglio vicino alla camera da letto e poi le portava in ufficio, erano i soldi delle sue serate e del suo lavoro e io mi facevo i fatti miei”, ha dichiarato Silvia, testimoniando nel processo a carico dell’ex agente fotografico.

La cantante ha quindi raccontato ai giudici che Corona, così come sostenuto dalla difesa, guadagnava dalle ospitate nei locali e dalla sua attività di testimonial centinaia di migliaia di euro in nero.

“Io ero a conoscenza di tutto il suo lavoro – ha aggiunto – e vi posso raccontare la sua giornata tipo. Alle 9 andava in palestra, poi in ufficio e io andavo a prenderlo intorno alle 21, il tempo di fare la spesa, cose che fa una coppia normale, e poi alle 22 doveva rientrare (in quel periodo Corona era soggetto alle restrizioni stabilite dal tribunale di sorveglianza, ndr). Ha sempre lavorato moltissimo e si concedeva pochi svaghi. Questo creava anche un clima pesante per la coppia”.

Nell’ultima parte dell’udienza, Corona ha reso alcune dichiarazioni spontanee in cui ha raccontato come fra il 2012 e il 2016 avrebbe incassato circa 1,7 milioni di euro dall’imprenditore pisano Maurizio Mian, per “dare visibilità al suo progetto pazzo di un reality show chiamato ‘I magnifici 5’ con tre uomini, due donne e anche un cane, tutti alla ricerca del sogno della felicità”.

“Questa gente in questo ambiente butta via i soldi – ha aggiunto Corona – per questo per me i 30, i 40, i 50mila euro non erano tanti soldi nella mole di denaro che facevo”. Infine, Corona ha detto che chi lavorava con lui “arrivava a guadagnare fino a settemila euro al mese”.

Nessun Commento

Rispondi