18 enne stuprata a Roma da un tunisino

Ennesimo caso di violenza nella Capitale, che ormai sembra confermarsi una delle città più violente di questa caldissima estate 2015.

Una ragazza romana di 18 anni, la sera del 20 Luglio scorso, in Piazza Caballini, nel quartiere Pigneto, è stata aggredita e violentata  in strada, a Roma, da un tunisino che l’ha minacciata con un coltello. L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a fermo da parte dei Carabinieri, e ora è rinchiuso nel carcere di regina Coeli.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la vittima, che in un primo momento aveva accettato la compagnia dell’uomo, dopo quattro chiacchiere e una breve passeggiata, arrivati nei pressi del deposito Atac di piazza Caballini, era stata afferrata e trascinata in un posto appartato e, sotto la minaccia di un coltello, violentata.

Sotto shock, la giovane è riuscita a chiedere aiuto ai dipendenti del deposito che hanno subito avvisato il 112 dei Carabinieri che l’hanno soccorsa e tramite il 118 trasportata poi all’ospedale San Giovanni Addolorata dove è stata visitata e medicata. Qui ha fornito un identikit preciso dell’uomo, che è stato così prontamente arrestato.

Il fermo dell’uomo è stato convalidato dal Gip del Tribunale di Roma e tramutato in custodia cautelare presso il carcere di Regina Coeli.

Loading...
Potrebbero interessarti

Campania, tre poliziotti arrestati per favoritismi anche a Gigi D’Alessio

Una brutta storia di corruzione e malaffare, che ha coinvolto anche agenti…

Azzolina porta in cattedra anche i diplomati

Ad onor del vero molti diplomati sono già in cattedra, ma sono…