18enne di Torre del Greco ucciso accidentalmente da un amico

La dinamica dei fatti è ancora tutta da chiarire, anche perché la versione fornita da uno dei due protagonisti della drammatica vicenda appare poco credibile, con molti punti oscuri.

Tutto è accaduto a Torre del Greco, un paese in provincia di Napoli, dove un 18enne, Pietro Spineto, è stato colpito alla testa da un colpo esploso per sbaglio da un amico, di 15 anni, rimanendone ucciso.

Secondo quanto raccontato dall’altro ragazzo, i due avrebbero trovato una pistola, l’avrebbero maneggiata incautamente, ed un colpo sarebbe partito in maniera del tutto accidentale, colpendo quindi l’altro alla testa, non lasciandogli scampo.

Sotto choc ed impaurito il ragazzo è tornato a casa raccontando quello che era accaduto alla madre che ha quindi ha deciso di accompagnare il figlio in commissariato.

La Scientifica è comunque al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente e per cercare riscontri sulla versione del ragazzo. Inoltre c’è da ritrovare la pistola misteriosa scomparsa e soprattutto capire chi l’abbia lasciata nel cortile di un condominio.

Loading...
Potrebbero interessarti

Contraccettivi, in Lombardia ai giovani verranno forniti gratuitamente

I numeri sono impietosi: in occasione dell’ultima Giornata mondiale della Contraccezione, la…

Berlusconi, nuova alleanza con la Lega per sconfiggere la sinistra

Seppur inesistenti, nella realtà dei fatti, destra e sinistra in campo politico…