Amy Winehouse quattro anni di distanza dalla fine

A chi sembrano tanti a chi sembrano pochi, la verità è solo che Amy Winehouse non è più tra noi, ci si arrende all’evidenza quando si ascolta la sua musica, quando si guarda un suo video e si provano quelle emozioni che resteranno per sempre impresse.

Sono già trascorsi quattro lunghi anni da quando, alle 15:53 del 23 luglio 2011 la celebre cantautrice, stilista e produttrice discografica britannica Amy Jade Winehouse, maggiormente nota in tutto il mondo come Amy Winehouse è stata trovata priva di vita nel letto della sua casa al numero 30 di Camden Square, borgo di Londra nella parte nord della città.

Da subito non si è capito cosa realmente fosse successo alla giovane artista e, un mese dopo la sua morte ed esattamente il 24 agosto del del 2011, un portavoce della famiglia ha dichiarato “le analisi non hanno rilevato tracce di sostanze stupefacenti, solo tracce di alcool, ma non in misura tale da poter stabilire se e fino a che punto l’alcool abbia influito sulla sua morte”.

Scomparsa prematuramente all’età di 27 anni, la bella e talentuosa Amy è andata ad aggiungersi a quella lista di artisti colpiti dalla cosiddetta maledizione del 27 in quanto scomparsi proprio a tale età , tra questi ricordiamo Jim Morrison, nato nel dicembre del 1943 e scomparso nel luglio del 1971.

E proprio Tony Bennet, parlando della giovane artista l’ha definita “Una delle più belle voci jazz che abbia mai sentito, al livello di Ella Fitzgerald e Billie Holliday. Ed intanto “Amy- The girl behind the name” arrverà nelle sale cinematografiche a partire dal mese di settembre. Un film documentario disconosciuto dal padre della stessa Amy Winehouse.

Loading...
Potrebbero interessarti

Tom Cruise a cinquantatré anni è ancora il protagonista di “Mission Impossible” senza stuntman

Tom Cruise ha compiuto lo scorso 3 luglio cinquantatré anni e nonostante…

Un posto al sole trame tv dal 19 al 23 giugno 2017

Un posto al sole è una soap made in Italy che va…