4 Hotel: partita la seconda edizione del programma di Bruno Barbieri
4 Hotel partita la seconda edizione del programma di Bruno Barbieri

La trasmissione 4 Hotel, che vede protagonista il noto chef Bruno Barbieri, ha dato il via alla sua seconda edizione: dopo il successo della prima serie, infatti, Sky ha voluto bissare la propria proposta per quel che riguarda questo programma televisivo dedicato al mondo dell’hotellerie.

Al momento sono andate in onda sul piccolo schermo 3 puntate della seconda edizione: l’una ha avuto luogo in Puglia, un’altra a Torino e un’altra ancora in Umbria.

Invariato il format

Lo stile del programma, che è sempre riuscito a catturare l’interesse e la curiosità dei telespettatori, è rimasto del tutto invariato rispetto alla prima edizione.

Il format è analogo a quello del programma “4 Ristoranti” che vede protagonista un altro chef molto noto a livello televisivo, ovvero Alessandro Borghese.

In questo caso Barbieri e i 4 concorrenti in gara pernottano presso le rispettive strutture ricettive, analizzandole nel dettaglio, esprimendo dei giudizi e adottando non di rado un pizzico di strategia.

È la somma dei voti, infatti, a determinare il vincitore, anche se al punteggio assegnato dagli stessi candidati va a sommarsi quello insindacabile di Bruno Barbieri, in qualità di valutatore “super partes”.

Spunti preziosi per gli albergatori

Al di là dell’aspetto prettamente “televisivo” e di intrattenimento, questa trasmissione sa essere un punto di riferimento molto prezioso per gli albergatori che intendono ottimizzare le proprie strutture e accogliere il cliente in modo sempre ottimale: durante il programma, infatti, emergono davvero tantissimi spunti.

Sicuramente è fondamentale la cortesia e il mondo con cui i clienti vengono accolti: è fondamentale essere gentili e cortesi, senza dubbio, ma a quanto pare non sono apprezzati gli atteggiamenti esagerati o troppo impostati, dunque un pizzico di informalità è sempre gradito.

I servizi, ovviamente, devono essere all’altezza: Barbieri e i concorrenti mettono alla prova costantemente gli addetti alla reception, il personale addetto al servizio in camera e tutti gli altri professionisti operanti nella struttura, senza trascurare eventuali servizi esterni.

Altro aspetto fondamentale corrisponde inoltre alla pulizia: Barbieri e i concorrenti sono davvero inflessibili da questo punto di vista e toccano con le dita anche i punti più nascosti, per accertarsi che la camera sia in condizioni impeccabili.

Si riserva una grande attenzione anche all’arredo, da intendersi non solo come design, ma anche come comfort: sono sempre assai graditi degli elementi tecnologici, come può ad esempio essere il minifrigo Premiertech proposto dall’e-commerce DadoShop, sono graditi sistemi di climatizzazione e di illuminazione d’avanguardia, inoltre è imprescindibile la presenza del telefono.

Sebbene tutti, oggi, possiedano uno smartphone, il telefono in camera è considerato una dotazione fondamentale soprattutto laddove si dovesse avere l’esigenza di contattare la reception.

Si attendono le prossime puntate

Le prime puntate di questa seconda edizione hanno riscosso un buon successo e hanno toccato anche delle strutture differenti rispetto all’hotel tradizionalmente inteso: in Puglia, ad esempio, sembra essere molto comune il cosiddetto “albergo diffuso”, mentre a Torino ci si è soffermati principalmente su business hotel e dimore immerse nel verde.

Tutto lascia immaginare che il buon seguito registrato in queste prime tre puntate troverà conferma anche in quelle successive; per il momento non è dato conoscere in quali città Bruno Barbieri andrà a giudicare gli hotel con la sua simpatia, ma anche con la puntigliosità, non resta dunque che attendere i prossimi appuntamenti.

Loading...
Potrebbero interessarti

The Boy, attenti a quel bimbo di porcellana

Il 12 maggio ci aspetta al cinema “The Boy”, l’inquietante pupazzo di…

Luca Carboni, esce oggi il nuovo album “Pop-up”

“Pop-up”, è questo il titolo del nuovo album di inediti del celebre…