5 motivi per bere il caffè tutti i giorni
5 motivi per bere il caffe tutti i giorni

Il caffè è senza dubbio una delle bevande più amate al mondo. Viene venduto ovunque in tantissimi formati differenti per soddisfare ogni tipo di esigenza e ad oggi sono tantissimi i marchi, come ad esempio l or, che mettono in commercio capsule, macinati e cialde.

Sebbene questa sia una bevanda di cui non bisogna abusare, assumendone un’adeguata dose è possibile beneficiare delle sue tantissime qualità. Molti studi scientifici hanno dimostrato che bere una tazzina di caffè al giorno ha notevoli effetti positivi sia sul benessere fisico che su quello psicologico. Vediamo insieme 5 buoni motivi per bere il caffè tutti i giorni.

Effetto Bruciagrassi

La caffeina possiede un significativo effetto termogenico, cioè è in grado di bruciare i grassi, aiutando così a perdere peso e ad eliminare la fastidiosa cellulite. L’assunzione di caffeina ha un effetto stimolante sul metabolismo (aumenta il tasso metabolico del 3-11%) sopprimendo l’appetito e riducendo la quantità di grasso assorbito. Inoltre la presenza di sostanze con proprietà diuretiche (acido caffeico, acido clorogenico e asparagina) contrasta la ritenzione idrica.

Effetto antiossidante

Il caffè è una delle fonti alimentari più ricche di antiossidanti naturali (molecole che contrastano l’azione dei radicali liberi). In ogni singolo chicco di caffè troviamo infatti una notevole quantità di acidi clorogenici che svolgono un ruolo preventivo su patologie neurodegenerative come il morbo di Parkinson o l’Alzheimer e sul Diabete di tipo 2. L’acido clorogenico infatti, essendo uno degli antiossidanti più potenti presenti in natura, neutralizza i radicali liberi riducendone l’impatto distruttivo dell’organismo.

Effetto benefico sul cuore e sul fegato

La caffeina inaspettatamente ha un effetto positivo sull’attività cardiaca: secondo alcuni studi recenti berne una quantità moderata riduce il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e migliore la resistenza dell’organismo agli sforzi. Il caffè inoltre aiuta il fegato a metabolizzare alcol e fruttosio, riducendo il rischio di cirrosi epatica, di epatite e di processi infiammatori cronici: è stato osservato che maggiore è il consumo di caffè, minore è la presenza di gamma-glutamil transferasi nel sangue, un indicatore dello stato di sofferenza epatica.

Antidepressivo

Questa bevanda nera agisce come un lieve antidepressivo che migliora l’umore e riduce in qualche modo lo stress: sembra che bere alcune tazzine al giorno di caffè possa ridurre il rischio di pensieri suicidi fino al 50%!

Stimola le funzioni cerebrali

La caffeina è in grado di bloccare l’azione di un neurotrasmettitore inibitore chiamato Adenosina, inducendo il rilascio di Dopamina e di Noradrenalina (il neurotrasmettitore dell’Adrenalina) dall’effetto energizzante. In questo modo la caffeina migliora i tempi di reazione, la memoria, la soglia di attenzione, la concentrazione e in generale, le funzioni cognitive. Una tazzina di caffè può aumentare la velocità di elaborazione delle informazioni del nostro cervello del 10% e incrementa le capacità di vigilanza (spesso ridotte in caso di sonnolenza o stanchezza).

Eleonora Gitto

Giornalista professionista, content writer freelance, presidente presso Comunicazioni e Territori Scarl, consulente Consiglio Regionale Campania, vanta numerose collaborazioni presso testate giornalistiche, si occupa del settore sanitario e politico italiano.

Potrebbero interessarti

Listeria nel prosciutto cotto, allerta RASFF

RASFF, ovvero la Food and Feed Safety Alert, ha lanciato l’allarme per…

Salmonella, ritirate salsicce dai supermercati

In questo periodo gli allarmi alimentari si susseguono l’uno dopo l’altro: dopo…

Tumore al cervello, ricercatori italiani ne svelano i meccanismi

Un’altra incredibile scoperta tutta italiana a conferma ancora una volta che nella…

Ricerca su embrioni umani, Strasburgo si esprime definitivamente

La legge italiana, con la norma 40/2004, è molto chiara in merito: nel…