A 12 anni curato per schizofrenia, Federico è malato di Pandas

L’Italia è tra i paesi più all’avanguardia nel campo medico, potendo vantare alcuni tra i luminari più conosciuti e competenti al mondo, eppure, a fronte di tanta eccellenza, vi sono ancora casi in cui i medici stentano ad arrivare a formulare una diagnosi giusta.

Un caso eclatante viene da Como, dove la forza di una madre coraggio ha permesso di salvare la vita di suo figlio, curato a 12 anni per schizofrenia.

Loretta Falcone, donna americana di origini italiane, da 20 anni nel nostro paese, non si è arresa dinanzi alla diagnosi terribile fatta al suo bambino, e ha continuato a cercare, riuscendo a scoprire che il bambino, colpito da disturbi ossessivo-compulsivi, ansia e depressione, non era schizofrenico come diagnosticato dagli esperti, ma la sua in realtà era una rara reazione autoimmune da streptococco curabile con antibiotici.

Federico (nome di fantasia) aveva una rara sindrome dal nome buffo ‘PANDAS’. Il nome è una sigla inglese che sta per Disturbi Neuropsichiatrici Infantili Autoimmuni Associati a Infezioni da Streptococco e se ne parlerà domenica a Como, durante un convegno internazionale dove sarà presentata anche la storia di Federico.

“La cosa incredibile – racconta la mamma di Federico – è che il bambino ha trascorso 17 giorni nel reparto psichiatrico di un ospedale (il San Gerardo di Monza), quando sarebbe bastato un tampone faringeo per scoprire che la causa dei sintomi era un batterio, e sarebbe bastato un ‘banale’ antibiotico per guarire”.

Next Post

Unioni civili, probabile un nuovo slittamento per approvare il ddl

Siamo uno dei pochi paesi occidentali a non avere ancora una legge che regolamenti le unioni civili, eppure nonostante se ne sia parlato più volte negli ultimi mesi, alla fine sembra ci sia sempre qualcosa che ha bisogno della priorità, e le riforme slittano, di settimane, mesi anni. Renzi, da […]