A Natale playlist musicali per tutti i gusti

A Natale ognuno può scegliere la musica che più gli aggrada

Natale, come tutte le altre festività più amate, ha le sue canzoni che l’accompagnano: quando dagli altoparlanti dei negozi si diffondono determinate note, non può non crearsi quel clima che raddolcisce il cuore di grandi e piccini.

Si parte con All I want for Christmas is you, di Mariah Carey, si prosegue con Silent Night, di Kelly Clarkson per arrivare a Please Come Home for Christmas, di Aaron Neville. La voce di Leona Lewis con One more sleep per poi passare ad un classico con Last Christmas, di Wham! e a Days of Christmas, di Destiny’s Child.

Eppure, come non tutti amano il Natale, non tutti amano la sua musica, eppure niente paura, su internet è possibile crearsi la propria playlist personale, seguendo i propri personalissimi gusti.

I maggiori servizi di streaming, da Amazon a Tidal fino a Spotify hanno dal canto loro proposto playlist originali per chi è stanco delle solite White Christmas, Let It Snow o Last Christmas.

Amazon ad esempio sceglie la musica indie: Indie for the Holidays è il titolo della playlist di ventisette brani, accuratamente selezionati dagli “esperti di musica di Amazon”.

Sulle canzoni di Natale più irriverenti, Tidal ci ha fatto un’intera playlist. Si chiamaNaughty > Nice, probabilmente proprio perché contiene quei brani che a un primo ascolto etichetteremmo come inadeguati o sfrontati, ma che poi risultano divertenti.

Google Play Music, tra Bing Crosby, Ella Fitzgerald e B.B. King, per questo Natale ha digitalizzato e reso disponibile sul suo store una chicca: Natty Christmas, l’album del 1978 di Jacob Miller.

Spotify è il servizio di streaming dove si fa un po’ più fatica a trovare brani “alternativi”, con le playlist sono ancora dominate dai classici.

Loading...
Potrebbero interessarti

David Beckham viene premiato dall’ UNICEF per l’impegno umanitario

David Beckham viene festeggiato dagli amici vip per il premio ricevuto dall’UNICEF. Alla…

Costantino Vitagliano: “io nella storia della tv”

Certamente la fiducia in se stesso e nelle sue capacità non gli…