Addio a Chuck Berry, vera leggenda del rock ʼn roll

Se il 2016 è stato un anno terribile per la musica internazionale, con una serie di artisti amatissimi, scomparsi all’improvviso, il 2017 non si è certo aperto meglio, e le brutte notizie continuano con la scomparsa di una vera e propria leggenda della musica rock.

E’ morto Chuck Berry, il musicista che con la sua memorabile chitarra firmò l’era del rock ‘n roll attraverso brani risultati intramontabili come ‘Johnny B Goode’ e ‘Roll Over Beethoven’. Aveva 90 anni e si è spento nel silenzio e con pochi intorno a lui.

La polizia di Saint Charles, Missouri, ha postato su Facebook l’epitaffio più crudele: è stata chiamata per un’emergenza e quando è arrivata in una delle tipiche case di quest’America rurale, ha trovato la leggenda. Berry era senza conoscenza e a nulla sono servite le procedure d’urgenza.

In questi mesi era prevista l’uscita del suo nuovo album, dal titolo Chuck, una sorta di regalo per il suo 90esimo compleanno, avvenuto il 18 ottobre: è il primo Lp di Berry dal 1979 con canzoni originali scritte, registrate e prodotte da lui e dedicate alla moglie Themetta.

«Se si volesse dare un altro nome Rock ‘N’ Roll lo si potrebbe chiamare Chuck Berry», sono parole di John Lennon secondo alcuni.

Scrive invece il New York Times: «Mentre Elvis Presley era la prima pop star del rock, beniamino delle adolescenti, Chuck Berry ne era il teorico e genio concettuale, l’autore che capiva cosa i ragazzi volevano ancor prima che loro stessi lo sapessero».

La rivista “Rolling Stone”, inoltre, lo ha inserito nella lista dei 100 migliori artisti di sempre dopo i Beatles, Bob Dylan, Elvis e i Rolling Stones.

Loading...
Potrebbero interessarti

Claudia Galanti e le mani da polpo di Aristide Malnati

Del resto lei lo aveva detto: Claudia Galanti partiva per l’Isola non…

Fedez, guadagni stellari e lo spettro delle droghe

Ore continua a ripetere di aver messo la testa a posto, e…