Addio a Fausto Mesolella, storico componente degli Avion Travel

Purtroppo siamo costretti a dire addio a un altro grande protagonista della musica italiana e internazionale: è infatti morto, improvvisamente, per un malore Fausto Mesolella, chitarrista, compositore e componente storico della Piccola Orchestra Avion Travel.

Mesolella, 64 anni, è deceduto nel pomeriggio di giovedì dopo essere stato colto da un malore a Macerata Campania, dove abitava: inutili i tempestivi soccorsi.

La notizia della sua morte, lanciata sui social da Red Ronnie, è stata confermata da fonti vicine alla famiglia. “Ciao @faustomesolella  – scrive su Twitter il presentatore – Sono allucinato. Com’è possibile?!? Ci incontreremo sicuramente nell’altra dimensione”.

Al nome di Mesolella è indissolubilmente legato quello della sua band, gli Avion Travel e quello della loro città, Caserta: chitarrista poetico, capace di amalgamarsi alla perfezione all’interno delle partiture articolate della band, Mesolella aveva vinto insieme ai suoi compagni d’avventura l’edizione 2000 di Sanremo con il brano “Sentimento”.

Mesolella è anche produttore: cura i lavori di Alessio Bonomo, Nada, Patrizia Laquidara, Giorgio Conte, mentre nello stesso anno compone Si voltò per l’album Cieli di Toscana di Andrea Bocelli. Nel disco c’è anche un altro brano, intitolato L’incontro, su cui Bocelli vuole Mesolella.

Suona con Gianna Nannini, duetta con Raiz, voce storica degli Almamegretta con cui vince la Targa Tenco nel 2014 per gli album dialettali.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cristina De Pin, splendida e raggiante all’ottavo mese di gravidanza

La classe e l’eleganza sono una caratteristica innata, che una donna possiede…

Il Segreto, anticipazioni venerdì 8 gennaio

Continuano fitti gli appuntamenti quotidiani con Il Segreto, e neppure oggi, venerdì…