Alassio, il sindaco vieta l’ingresso agli immigrati sprovvisti di certificato medico

Redazione

Sono ormai diversi mesi che il tema “immigrati” è uno dei più discussi. Sono ormai migliaia gli immigrati che scappano dalle loro Terre per raggiungere luoghi senza guerre ma questi uomini, donne e bambini che arrivano nel nostro territorio provengono da zone dove sono presenti malattie molto gravi come tubercolosi, ads, scabbia, ebola e altro ancora. Questo ha fatto molto allarmare il sindaco di Alassio, il comune italiano della provincia di Savona, in Liguria, che a seguito di ciò ha deciso di prendere dei seri provvedimenti.

Nello specifico, il sindaco Enzo Canepa ha firmato un’ordinanza che permette agli immigrati di poter fare ingresso nella città ligure solamente a coloro che saranno provvisti di certificato medico che attesti che non soffrano di alcuna malattia. Lo stesso sindaco di Alassio ha voluto chiarire i motivi che lo hanno spinto a prendere una tale decisione affermando di averlo fatto solo a scopo preventivo per mettere in sicurezza la salute degli abitanti di Alassio.

Ecco nello specifico quanto affermato “Questa disposizione, che serve a tutelare la sicurezza e la salute dei nostri cittadini e dei nostri turisti , è divenuta necessaria come risposta alla situazione di emergenza e all’invasione incontrollata del territorio nazionale avvenuta negli ultimi mesi”

Next Post

Social World Film Festival, premiato il celebre attore Franco Nero

“In Italia, per lavorare, devi far parte delle piccole “mafiette” di Rai, Mediaset o Ministero, altrimenti sei fuori. Mi dispiace per tutti i ragazzi che lottano per fare film qui. Capisco quello che passano. La mia politica è questa: vado in giro per il mondo a fare i miei film, […]