Alfano ed Expo: cortei e divieti come ultras
Alfano ed Expo cortei e divieti come ultras

Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha voluto chiarire alcuni particolari sui possibili divieti preventivi per i cortei, misure preventive per evitare situazioni fuori da ogni controllo come quelli accaduti a Milano in concomitanza con l’avvio dell’Expo.

Il Corriere della Sera ha intervistato Alfano che ha voluto precisare l’idea sulle misure preventive per i cortei in piazza, l’idea segue quella legata alle misure preventive per gli ultras: “Stiamo lavorando per i divieti preventivi come avviene per le partite di calcio”.

D’altra parte lo stesso Alfano conferma che c’è però bisogno, e ci stanno lavorando, che i prefetti abbiano degli strumenti più efficaci per poter operare nel migliore dei modi, proprio al Corriere della Sera il Ministro dell’Interno sostiene: “Mentre esplodono le bombe carta, uomini e donne delle forze dell’ordine devono prendere decisioni, io posso dire che hanno fatto una scelta intelligente perché i manifestanti volevano essere inseguiti in modo che si scoprissero i presidi che impedivano ai manifestanti l’accesso al centro storico della città. Hanno lanciato le molotov per distrarre gli agenti e pianificare attacchi altrove, invece si è riusciti a impedirlo”.

Dunque misure precauzionali e soprattutto preventive, prese in prestito da quelle legate al mondo del calcio.

Loading...
Potrebbero interessarti

Profughi, bimba siriana gattona dinanzi ai militari schierati

Non è facile essere concilianti e accoglienti quando ogni giorno migliaia di…

Nichi Vendola imputato nel processo sul disastro dell’Ilva

Svolta decisiva per il processo per il presunto disastro ambientale dell’Ilva: il…