Allerta morbillo, ancora troppi bambini non vaccinati

Nonostante le raccomandazioni del Ministero della Salute, che ne sta facendo una vera e propria battaglia personale, ancora i frutti tardano a vedersi: sarà evidentemente la cattiva informazione, che perdura ormai tra i genitori da troppi anni e le notizie che parlano di gravissimi effetti collaterali quasi mai realistici, in Italia sempre più famiglie scelgono di non vaccinare i propri figli.

Una scelta rischiosissima, per i propri bambini e per tutti gli altri coetanei, perché il mancato vaccino può causare lo scoppio di bacini epidemici invece quasi debellati solo qualche anno.

E’ il caso ad esempio del morbillo: oltre 358 mila bambini non sono stati vaccinati contro il morbillo, parotite e rosolia negli ultimi 5 anni: è come aver “perso” una città grande come Firenze.

Nel caso del morbillo, una delle malattie più temibili per grandi e piccoli per le conseguenze che può portare, spiegano i pediatri, «è come se un intero comune italiano, grande come Firenze, avesse smesso di fare le vaccinazioni». Con l’aggravante che la tendenza negativa si è accentuata negli ultimi due anni, in cui ben 139.747 bambini non sono stati vaccinati.

Anche le vaccinazioni obbligatorie per legge hanno registrato una flessione. La riduzione delle coperture vaccinali, nel corrispondente periodo, ha riguardato 147.456 bambini non immunizzati con un ciclo completo di esavalente (vaccino che comprende polio, difterite, epatite B, tetano, pertosse, Hemophilus influenzae).

Altra criticità sono inoltre le forti differenze nell’accesso all’offerta vaccinale tra i bambini che risiedono in diverse aree territoriali del Paese.

Loading...
Potrebbero interessarti

Carne rossa non va demonizzata se consumata moderatamente

Proprio in queste ore la Coldiretti ha comunicato che un milione di…

Milano, ragazza diabetica rifiutata in discoteca

Ignoranza o altro? Se si tratta di avere problemi semplicemente per entrare…