All’Onu Renzi parla della Libia

Eleonora Gitto

All’Onu Matteo Renzi parla della Libia, con l’Italia pronta ad avere un ruolo di leader.

Nel proprio discorso dal palco dell’Onu, Matteo Renzi ha auspicato “un impegno molto maggiore per affrontare le molte e importanti crisi che sta attraversando l’Europa, non ultime il terrorismo e le grandi migrazioni di massa”.

Il Presidente del Consiglio ha spiegato come, in Libia, l’Italia è pronta a collaborare con un governo di unità nazionale nei settori chiavi e ad assumere, se il governo libico lo chiederà, un ruolo guida per un meccanismo di assistenza e stabilizzazione col sostegno della comunità internazionale.

Ma i Libici sono d’accordo? L’un contro l’altro armati, hanno messo su in pochi anni due o tre governi in contemporanea, ognuno dei quali rivendicava di essere l’unico e il vero.

La strategia semi-interventista si basa sulla consapevolezza che l’Italia può svolgere un ruolo da leader perché storicamente conosce bene quella regione.

Ma con altrettanto realismo il Presidente del Consiglio dovrebbe prendere atto del fatto che la situazione di riunificazione delle composite realtà tribali, è tutt’altro che facile.
Forza Libia, quindi.

Molti problemi partono da là, anche se non tutti. Ma se la Libia non si aiuta da sé, diviene molto difficile darle una mano.

Next Post

Twitter, cade il muro dei 140 caratteri

Se cade il muro dei 140 caratteri che, diciamolo, un po’ penalizza il social network, per Twitter sarà una vera rivoluzione. Anche per Twitter è arrivato il momento di partire alla conquista di nuovi utenti e questi, si sa, vogliono cinguettare alla grande. Esprimere opinioni, farsi una chiacchierata, esternare un […]
Twitter, cade il muro dei 140 caratteri