Anche le Google Car automatiche sono coinvolte in incidenti stradali

L’America si dimostra essere sempre uno stato all’avanguardia, ed in questo senso è stata la prima nazione al mondo ad autorizzare la circolazione, sulle strade nazionali, delle auto-robot, cioè quelle che si guidano autonomamente, senza un guidatore.

Ed in queste ore arrivano i primi dati: il Dipartimento dei motoveicoli dello Stato, che iniziò a ad autorizzare i ‘veicoli autonomi’ sulle strade nel settembre 2014, ha reso noto che in questi mesi le auto automatiche coinvolte in incidenti, in California, sono state 4 sulle 48 in circolazione: 3 sono di Google e una di Delphi, azienda di rifornimento di materiali.

Stando al report, tutti i sinistri si sono verificati a velocità bassissime (sotto le 10 miglia orarie, 16 km/h) e solo due durante la guida autonoma vera e propria: negli altri casi, al volante si trovava infatti un tester umano.  Entrambe le aziende hanno confermato che gli incidenti hanno avuto conseguenze “marginali”, con danni alle sole auto e senza che queste si trovassero in condizioni di torto.

I numeri sono troppo piccoli e le auto in circolazione troppo poche per stimare una percentuale attendibile, ma comunque servono a mostrare come in realtà anche in questo progetto, seppure teoricamente super sicuro, ci possa essere una “falla”, umana o meno, che può far scaturire un incidente.

Next Post

Bari, incendio a bordo del traghetto

A bordo del traghetto “Francesca” che collega Bari a Durazzo questa notte è scoppiato un incendio, spento nelle ore successive dall’equipaggio. Il traghetto aveva a bordo 260 tra passeggeri ed equipaggio, fortunatamente nessuno di loro ha avuto necessità di ricorrere a cure mediche. Quando si è verificato l’incendio l’imbarcazione si […]