Anomalisa di Kaufman, quando un film di animazione è umano
Anomalisa di Kaufman, quando un film di animazione è umano

Anomalisa di Charlie Kaufman, nelle sale cinematografiche italiane già dal 25 febbraio, è un film di animazione pieno di umanità.

Il lungo cortometraggio di Kaufman è stato premiato alla Mostra del cinema di Venezia.

Nel fil si narra la storia di Michael Stone autore del libro “How May I Help You Help Them?” (Come posso aiutarvi ad aiutarli?).

Chiuso in una quotidianità asfissiante, Michael trova il modo di dare una svolta alla sua vita in occasione di una convention di azienda che si svolge a Cincinnati in Ohio.

Una volta in città, dopo gli impegni di lavoro, cerca di trascorrere il tempo andando in giro per i negozi per cercare regali, cerca contatti con una vecchia fiamma, parla al telefono con moglie e figlio.

Tutto straordinariamente “ordinario” Fino a quando non si imbatte in Lisa. Ed è questo incontro a cambiare la vita a Michael.

Il film parla di solitudini senza via d’uscita. L’atmosfera è fantastica e irreale. Non a caso i personaggi hanno quasi tutti lo stesso volto, quasi a sottolineare la triste omologazione generata dalla società moderna.

Non solo, ma tutti parlano con la stessa voce che è quella di Tom Noonan nel film originale.

Le uniche che si differiscono sono le voci di Lisa Michael David Thewlis ai quali hanno prestato la voce rispettivamente Jennifer Jason Leigh e David Thewlis.

Il mondo del film è disegnato è volutamente ovattato ma non per questo è privo di tensione emotiva.

Nonostante sia d’animazione, forse Anomalisa è il film più “umano” del regista Kaufman.

Loading...
Potrebbero interessarti

Non uccidere 2 anticipazioni trama e personaggi

E’ iniziata ieri 12 giugno 2017 le seconda serie di Non uccidere…

Mara Venier commossa a Domenica In

Mentre Barbara D’Urso, in questi giorni di terribile emergenza, non si è…