Aborto non riuscito, genitori fanno causa all’Ospedale e chiedono risarcimento per la nascita della figlia

Sono davvero tanti gli uomini e le donne che nella loro vita vorrebbero realizzare il sogno di diventare genitori ma che purtroppo, per vari motivi, non riescono a far si che questo sogno diventi realtà. Ma vi è anche chi, per motivi vari, nel momento in cui scopre di essere in attesa di un figlio decide di fare in modo di interrompere la gravidanza praticando il tanto discusso, e non da tutti accettato, aborto. Le gravidanze indesiderate sono molte ma ha dell’incredibile la vicenda che ha coinvolto nel lontano 2000 una coppia di coniugi di Alessandria, entrambi oltre i quarant’anni e già genitori di un bambino. Nello specifico ecco quanto accaduto. Nel 2000 in seguito ad un controllo medico la donna ha scoperto di avere un fibroma e nello stesso tempo ha anche scoperto di essere in attesa di un figlio. A questo punto i medici le consigliano di abortire e la donna insieme al marito si mostrano favorevoli anche per le poco favorevoli condizioni economiche in cui viveva la famiglia.

Nel corso del raschiamento però qualcosa è andato storto e la bambina è riuscita a sopravvivere, ma i medici se ne sono accorti troppo tardi quando ormai era impossibile praticare l’aborto. La bambina nel 2001 è venuta alla luce e la famiglia nel corso di questi anni ha dovuto affrontare traslochi, cambi di lavoro e sacrifici per poter andare avanti. Il padre ha deciso di denunciare l’ospedale chiedendo un risarcimento dei danni da nascita indesiderata che ha comportato alla famiglia “ripercussioni sulla vita di relazione e sconvolto l’esistenza privata e lavorativa come era stata programmata”.

La causa nel corso degli anni è stata rigettata in primo e in secondo grado e adesso la Suprema Corte deciderà se alla famiglia spetta il risarcimento oppure no. Nel frattempo la speranza è che la la figlia “indesiderata” non conosca la sua reale storia, che non sappia che la sua nascita è stata vissuta dai genitori non come un momento di gioia ma come una disgrazia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cellulari, le loro antenne provocano tumori

Quotidianamente, dalla più tenera età fino alla fine dei nostri giorni, siamo…

Calci, pugni e minacce a Roma sull’autobus. Condannata coppia di tossicodipendenti

Ha dell’incredibile la vicenda verificatasi nella bellissima città di Roma lo scorso…