Antonio Scurati vince il Premio Viareggio 2015

“Sono particolarmente contento di questo riconoscimento perché il mio romanzo narra la vita straordinaria di Leone Ginzburg, che fu non solo un eroe della Resistenza ma anche un eroe del Libro. Per lui l’opposizione alla brutalità della dittatura fu una cosa sola con la creazione della cultura attraverso i buoni testi (non tutti i testi). Vorrei perciò dedicare idealmente questo premio ai milioni di insegnanti e a tutti quelli che, come Ginzburg, credono ancora nella possibilità di incivilire la nostra gente tramite la lettura, la scrittura, la cultura. Con l’occasione ringrazio pubblicamente il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per aver menzionato il volume tra le sue letture preferite. Di recente il Capo dello Stato ha invitato i giovani a intraprendere il loro cammino nella vita a partire proprio dai libri”.

Sono state queste le parole espresse nel corso di una recente intervista dal celebre scrittore italiano Antonio Scurati in riferimento alla vittoria del Premio di Viareggio ottenuto grazie al romanzo “Il tempo migliore della nostra vita”.

Sempre lo stesso Scrurati, nel corso di una recente intervista ha dichiarato “Oggi la civiltà del libro è minacciata. Per esempio, le trasformazioni e le riforme della scuola, enfatizzando a sproposito le nuove tecnologie, tendono a eliminare il libro quale fondamento dell’istruzione e della formazione dei giovani. Se questo davvero dovesse avvenire, sarebbe un errore gravissimo”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Tommaso Paradiso è già diventato solista?

Neppure una settimana fa, senza alcun preavviso e senza neppure nessun pettegolezzo…

Lena Headey legge gli insulti di The Bachelor “alla Cersei” del Trono di Spade

La bellissima e talentuosa attrice, Lena Headey, di nuovo ospite al “Jimmy…