Assisi per i malati terminali diventa “Città del sollievo”

Eleonora Gitto

Più aiuto ai malati terminali: domenica 13 novembre Assisi diventa “Città del sollievo”.

Tredici associazioni assisane hanno sottoscritto un documento che caratterizza la cittadina umbra come “Città del sollievo”.

La finalità è di miglioramento del servizio ai malati terminali nelle loro abitazioni e negli ospedali.

La relativa cerimonia per il conferimento del riconoscimento si terrà domenica 13 novembre nella Sala della Conciliazione.

Qualche giorno prima, ossia martedì 8, ci sarà una conferenza stampa alle 15.30 presso la Sala Blu del Comune.

L’accordo è frutto di una sinergia operata dal Comune stesso con diverse realtà, nonché per volontà di alcune associazioni di volontariato e col patrocinio della diocesi di Assisi, di Gualdo Tadino e di Nocera Umbra.

La proposta originaria comunque proviene Da Cynthia Aristei, responsabile della struttura complessa di Radioterapia oncologica dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia.

A sostenere la proposta ci sono: Aido, Aronc, Aucc, Assisi medicina, Auser, Avis, Associazione Con Noi, Croce Rossa Italiana, Confraternita della Misericordia, Medici Cattolici, Pastorale della Salute, Unitalsi, Casa di Riposo A. Rossi.

La Giornata Nazionale del Sollievo è stata istituita nel 2001 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le varie amministrazioni da allora si impegnano a valorizzare l’iniziativa nazionale con celebrazioni locali.

Next Post

Palermo, giovane travolto dal treno: ascoltava musica

A Palermo un giovane è stato travolto. e ucciso, da un treno mentre sentiva musica con le cuffiette. Ennesima tragedia delle cuffiette. Questa storia dei ragazzi che attraversano i binati ascoltando musica a tutto volume, è diventata un vero e proprio tragico caso nazionale. Stavolta è successo nel capoluogo siciliano, […]
Palermo, giovane travolto dal treno: ascoltava musica