Aumento di pena per il voto di scambio politico mafioso

La notizia è ufficiale: alla Camera a larghissima maggioranza è stata approvato l’innalzamento delle pene per il 416ter, il voto di scambio politico mafioso, da un minimo di 6 ad un massimo di 12 anni per chi si macchia di questo reato.

Governo, maggioranza e opposizione si compattano quindi sugli inasprimenti di pena, per un reato che purtroppo in Italia fa parte di un malcostume ben radicato.

“Ci eravamo impegnati in tal senso – dice il deputato Pd Davide Mattiello, componente delle commissioni Giustizia e Antimafia, e relatore nel 2014 della riforma del voto di scambio – mantenendo la proporzione con l’innalzamento delle pene del 416 bis. Il nuovo reato di scambio politico mafioso è consumato nel momento in cui politico e mafioso si accordano ed è l’accordo e soltanto l’accordo che va dimostrato, non rilevando quanto capiti successivamente. E’ una forte anticipazione della consumazione del reato, oltre alla estensione del perimetro delle condotte contemplate, avendo introdotto le “altre utilità” come si chiedeva da vent’anni”.

“Il Pd è sempre in ritardo o in malafede. Approva oggi l’innalzamento delle pene per il 416ter, il voto di scambio politico mafioso. E’ solo una presa in giro. Quando il M5S aveva proposto pene più severe il Pd le aveva bocciate durante la discussione sulle norme anticorruzione. Ora vuole lavarsi la faccia davanti al suo elettorato ma come ha detto la Cassazione e come denuncia larga parte della magistratura, la norma del 416 ter non funziona per l’ambigua formulazione di ‘modalità mafiose’ che noi abbiamo proposto oggi di abolire e sostituire in aula mentre il Pd se n’è lavato le mani”, il commento invece dei membri M5S della commissione Giustizia della Camera.

Loading...
Potrebbero interessarti

Scuola, via libera al preside sindaco

Via libera al super-preside, con 214 voti a favore, 100 contrari e…

Somma Vesuviana, sindaco Piccolo accoltellato da un sentatetto

Ennesima storia di povertà, disagio sociale, emarginazione, che con queste premesse non…