Avvocato kenyota chiede la mano di Malia Obama

Redazione

Felix Kiprono, un avvocato kenyota, durante un’intervista al The Nairobian, ha dichiarato: “Ho iniziato a interessarmi a lei nel 2008, e da allora non ho frequentato nessuno e ho promesso di esserle fedele. Ne ho parlato anche con la mia famiglia, e si sono detti disposti ad aiutarmi a pagare il prezzo della sposa”.

Kiprono si riferisce a Malia Obama, la primogenita del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Ora sta chiedendo ufficialmente la sua mano offrendo, bontà sua come dote 50 mucche, 70 pecore e 30 capre. “Non sono fidanzato e le prometto di essere fedele” afferma, aggiungendo “Al momento sto scrivendo una lettera per Obama, chiedendogli di farsi accompagnare da sua figlia Malia durante questo viaggio (a luglio Obama visiterà il Kenya ndr). Spero che l’ambasciata gli consegni la mia lettera”.

Kiprono tiene a precisare che il suo amore per la figlia sedicenne dell’uomo più potente del mondo “è vero” e che lui non è interessato alla ricchezza della famiglia Obama. Una volta sposati, promette, i due vivranno una “vita semplice. Insegnerò a Malia come mungere le mucche, cucinare il porridge ugalie preparare la bevanda mursik come tutte le donne keniane”.

Next Post

"Bisogna lavorare sull'amore", Papa Francesco consiglia ai giovani di leggere i Promessi Sposi

Nominato il 266º papa della Chiesa cattolica e vescovo di Roma, il 13 Marzo del 2013, Jorge Mario Bergoglio ovvero Papa Francesco, è riuscito in pochissimo tempo ad entrare nel cuore di milioni di persone. Simpatico, generoso, sincero, umile e di cuore grande, Papa Francesco è riuscito a farsi volere […]