Bambino di 8 anni sottoposto con successo a trapianto di mani e avambracci

E’ stato svolto dall’ospedale di Filadelfia un particolare intervento su un bambino di appena otto anni di nome Zion Harvey, al quale sono state trapiantate entrambe le mani e gli avambracci. L’operazione è stata piuttosto lunga, è durata infatti ben 11 ore ed ha impegnato una equipe composta da 40 persone. Il direttore della clinica all’interno della quale il piccolo Zion Harvey è stato operato ha raccontato “Quando l’ho incontrato, gli ho chiesto: Perché vuoi le mani? Otto anni di età, non sapevo quale potesse essere la risposta. E lui mi ha detto: voglio arrampicarmi sui giochi da giardino”.

Il bambino aveva perso entrambe le appendici ed un piede quando era ancora molto piccolo ed esattamente all’età di due anni a causa di una gravissima infezione e questa operazione rappresentava per lui una svolta nella sua vita, un modo per potersi divertire e fare tutto quello che fanno i bambini della sua età. Non si è trattato del primo trapianto di mano in quanto nel mondo ne sono stati effettuati ben 25, ma si tratta del primo trapianto di mano che ha avuto un risvolto più che positivo in un bambino.

Le nuove ossa sono state fissate con placche metalliche, poi sono stati ricollegati muscoli, nervi, tendini, vasi sanguigni.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roma, il Bambino Gesù diventa un centro per le nascite a rischio

Il Bambino Gesù di Roma è il più grande Policlinico e Centro di…

Il futuro delle auto elettriche in una rivoluzionaria batteria litio-aria

La sensibilità ecologica negli ultimi anni è cresciuta notevolmente, assieme alla consapevolezza…