Bambino di 8 anni sottoposto con successo a trapianto di mani e avambracci

E’ stato svolto dall’ospedale di Filadelfia un particolare intervento su un bambino di appena otto anni di nome Zion Harvey, al quale sono state trapiantate entrambe le mani e gli avambracci. L’operazione è stata piuttosto lunga, è durata infatti ben 11 ore ed ha impegnato una equipe composta da 40 persone. Il direttore della clinica all’interno della quale il piccolo Zion Harvey è stato operato ha raccontato “Quando l’ho incontrato, gli ho chiesto: Perché vuoi le mani? Otto anni di età, non sapevo quale potesse essere la risposta. E lui mi ha detto: voglio arrampicarmi sui giochi da giardino”.

Il bambino aveva perso entrambe le appendici ed un piede quando era ancora molto piccolo ed esattamente all’età di due anni a causa di una gravissima infezione e questa operazione rappresentava per lui una svolta nella sua vita, un modo per potersi divertire e fare tutto quello che fanno i bambini della sua età. Non si è trattato del primo trapianto di mano in quanto nel mondo ne sono stati effettuati ben 25, ma si tratta del primo trapianto di mano che ha avuto un risvolto più che positivo in un bambino.

Le nuove ossa sono state fissate con placche metalliche, poi sono stati ricollegati muscoli, nervi, tendini, vasi sanguigni.

Potrebbero interessarti

Campania, doppie indennità ai medici per 10 milioni di euro

Se già la Sanità pubblica italiana si trova a fare i conti…

Prepararsi all’estate: ecco la dieta degli economisti

Se, quando si deve perdere peso, la scelta migliore è sempre quella…

Alzheimer, in futuro si diagnosticherà con un test della saliva

L’ultima indagine firmata da Censis e Aima, l’associazione italiana malattia di Alzheimer…

Feltri non va in Sicilia per paura di ipotetici contagi?

La “fobia” immigrati, lentamente ma inesorabilmente sta colpendo buona parte della cittadinanza,…