Banzi, Arduino diventa Genuino e verrà prodotto a New York

Sono ormai diversi mesi che la battaglia va avanti, ma senza sostanziali svolte: la battaglia per il futuro delle schede open source continua a vedere contrapposti da una parte quattro dei fondatori del progetto (tra i quali il fondatore Massimo Banzi), e dall’altra il quinto membro del gruppo originario Gianluca Martino insieme a Federico Musto, neo amministratore delegato delle fabbriche dove fino a prima dello scisma le schede venivano prodotte.

Il pratica Musto sembra stia cercando di appropriarsi con ogni mezzo del marchio, a partire da quando ha cambiato il nome dell’azienda in Arduino srl ed ha dato vita a un sito gemello ma concorrente di Arduino.cc, chiamato Arduino.org. .

Di queste ore un nuovo capitolo della saga: durante la Maker Faire a San Mateo –California,  Massimo Banzi di Arduino, il versatile hardware programmabile Made in Italy, ha annunciato un’importante partnership con la statunitense Adafruit, che porterà alla produzione in serie delle schede Arduino presso la sua fabbrica di New York.

Negli USA, però, la Arduino di Banzi non potrà fare uso del solito marchio ed è per questo che l’organizzazione ha dato vita a “Genuino”, nuovo brand internazionale di Arduino che verrà utilizzato da Adafruit per realizzare gli stessi prodotti ora disponibili sotto il vecchio nome.

Negli Usa, dove Arduino llc detiene ancora i diritti sul nome, non verranno effettuati cambi di brand.

Next Post

Gruppo disabili discriminati in stazione

Stazione di Conegliano Veneto. Alcuni ragazzi dell’Aipd della sezione Marca Trevigiana affetti dalla sindrome di down hanno avuto la sfortuna di trovare un addetto di Trenitalia che si è rifiutato di fare loro i biglietti perché, a suo dire, la procedura sarebbe stata troppo lenta e avrebbe fatto perdere tempo […]