Bara al torneo di scacchi con un software, espulso

Redazione

Ha vinto una partita dopo l’altra con combinazioni straordinarie, ha sconfitto anche i grandi maestri degli scacchi, ma c’era “il trucco”: Arcangelo Ricciardi è stato scoperto al torneo internazionale di scacchi di Imperia. L’uomo, attraverso una webcam, si faceva suggerire le mosse vincenti, collezionando vittorie su vittorie. Il 37enne è stato accusato di “doping” elettronico ed è stato espulso dal torneo.

Questo è quanto raccontato dagli organizzatori: “Lo tenevamo d’occhio già da parecchi giorni e gli abbiamo teso una trappola: abbiamo piazzato un metal detector. Sulle prime non aveva voluto passarci, ma noi abbiamo insistito e l’apparecchio ha suonato. Ha detto che aveva con sé una monetina portafortuna ma, approfondendo, abbiamo scoperto che al collo aveva appeso un ciondolo un po’ insolito”. In realtà era un meccanismo sofisticato che consentiva di connettersi a un computer fuori dalla sala di gioco.

Grazie a questo sistema, l’uomo al 51.366 posto della classifica mondiale, si era aggiudicato cinque vittorie e due pareggi con avversari più titolati di lui. Da un po’ anche sui social network si palesavano i sospetti degli appassionati, perché in base ai pronostici della vigilia, non avrebbe dovuto andare al di là delle posizioni di bassa classifica.

Next Post

Andrea Camilleri spegne novanta candeline

Andrea Camilleri ha compiuto novanta candeline e allo scrittore siciliano sono arrivati gli auguri non soltanto di amici e parenti ma anche di tanti personaggi dello spettacolo. Il “papà” del Commissario Montalbano è uno degli scrittori più amati nel nostro paese e non soltanto in Italia. Ha venduto oltre trenta […]
Andrea Camilleri spegne novanta candeline