Bari, dieci operatori sanitari dell’Ospedale Di Venere con la scabbia

Stanno facendo molto preoccupare le condizioni di salute di circa dieci operatori sanitari dell’ospedale Di Venere nel quartiere Carbonara della città di Bari, comune italiano e capoluogo dell’omonima città metropolitana e della regione Puglia. Nello specifico dieci, tra medici ed infermieri del reparto di cardiologia, sembrerebbero essere affetti da scabbia, l’infezione contagiosa della pelle che si verifica tra gli esseri umani e in altri animali e che, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, è stata definita e classificata come una patologia legata all’acqua.

Il reparto dell’ospedale, in seguito a tali avvenimenti, è stato chiuso su disposizione della Asl di Bari e i pazienti che si trovavano ricoverati presso tale reparto sono stati trasferiti presso l’Ospedale San Paolo.

La segreteria provinciale della Fials (Federazione italiana autonomie locali e sanità) in una nota ha dichiarato tale circostanza “di gravità inaudita” affermando nello specifico “non è concepibile che tutti i dieci dipendenti della cardiologia del Di Venere abbiano potuto contrarre la malattia nello stesso momento. Il che significa che le misure di prevenzione e protezione sono state evidentemente ignorate dalla direzione sanitaria dell’ospedale”.

 

Loading...
Potrebbero interessarti

A marzo i medici entreranno in sciopero

L’Italia, volente o nolente, è costretta ad adeguarsi alle normative comunitarie europee,…

Cosa fare per il mal di schiena, che affligge l’80% della popolazione

Cosa fare per il mal di schiena, che affligge l’80% della popolazione.…