Beautiful anticipazioni: Ridge licenzia Thomas

Redazione

Un’altra volta Ridge contro il figlio Thomas: Beautiful si fa sempre più avvincente e vedremo di nuovo padre contro figlio. Infatti non poco tempo fa Ridge aveva quasi chiuso i rapporti con il figlio a causa di Caroline che aveva nascosto a quest’ultimo di essere il vero padre del piccolo Douglas. Ora invece avranno incomprensioni a causa di Sally Spectra e scopriremo anche il perché.

Anticipazioni Beautiful dal 16 al 22 dicembre 2017

Beautiful anticipazioni Ridge licenzia Thomas

Dopo aver parlato con Steffy, Thomas corre alla Spectra per cercare di impedire la svendita dell’edificio della famiglia rivale. Durante i festeggiamenti Thomas e la ragazza si sentono molto attratti l’uno dall’altra. Nel frattempo Bill non ha intenzione di arrendersi e giura che non rinuncerà al suo progetto.

Per impedire che la sede della Spectra venga sfrattata Thomas consegna a Sally un assegno di centomila dollari.  Bill però è sempre più convinto ad andare avanti con il suo piano di vedere affondare la Spectra per poter costruire un grattacielo. Mentre in azienda si festeggia Thomas e Sally si baciano.

Bill si reca alla Forrester e informa Ridge e Steffy che Thomas ha firmato un cospicuo assegno per Sally. Ridge affronta Thomas e, data la piega che prende il loro confronto decide di licenziare il figlio. Sally va a trovare Steffy e cerca un punto di incontro per il bene di Thomas. Steffy però non accetta nessun compromesso. Nel frattempo Bill propone a Brooke di sposarsi il prima possibile.

La disputa tra Bill e Ridge per conquistare il cuore di Brooke si fa sempre più accesa. Mentre il primo orgoglioso non vuole rinunciare ai propri ambiziosi progetti, il secondo vuole dimenticare il passato e affrontare il futuro assieme all’amore della sua vita. A casa di Bill, Justin, Wyatt e Liam attendono l’arrivo della sposa. Ma una telefonata di Quinn turba il futuro sposo.

La prossima settimana le trame saranno incentrate per lo più su Ridge, Thomas Bill e il clan Spectra.

 

Next Post

Sanità pubblica, gli italiani sono insoddisfatti

Nelle scorse ore abbiamo avuto modo di parlare di farmacie, e della brutta sorpresa con cui i consumatori devono fare i conti già da questi giorni: le tariffe per l’acquisto dei medicinali nelle ore notturne sono raddoppiate da 3,87 euro a 7,50 euro. Per farmacie rurali con comuni che contano […]
sanita pubblica gli italiani si lamentano