Beppe Grillo, pronti alle elezioni anticipate subito

Anche in queste giornate di caldo afoso il leader del Movimento 5 Stelle non si risparmia, e come è nel suo stile, urlando annuncia al mondo, o meglio ai suoi elettori, che è pronto ad andare ad elezioni anticipate, per prendere le redini di un paese lasciato in “mani sbagliate”.

“Il Movimento sta andando bene, la gente sta vedendo che non c’è altra possibilità oltre a noi. Il nostro problema è il tempo: dobbiamo andare il prima possibile alle elezioni. Perché “fare opposizione tutta la vita non è nel nostro dna”, dichiara il leader grillino in un botta e risposta serrato rilasciato al Corriere della Sera.

Beppe Grillo critica poi anche il modello di Europa, basato sulla moneta, sulle banche e sullo spread, apertamente in contrasto con il progetto originale. “All’Italia serve autonomia come nazione, anche nell’Unione” afferma il leader M5S che sottolinea che l’obiettivo del suo partito è quello di nazionalizzare le banche e di dar vita a una moneta parallela, una cosiddetta ‘lira forte’.

Grillo ha affrontato poi il capitolo della riforma costituzionale. “Noi siamo sempre stati contrari a questa riforma. Siamo per il Senato elettivo. Uno dei nostri punti fermi fin dal V-day è il voto di preferenza. Non si tratta di essere fuori dall’intesa tra Pd e Fi: è una visione differente della politica. O noi o loro”.

“Non credo – fa poi sapere infine – che l’anno prossimo andrò in tour per le elezioni comunali, ormai la gente ha capito che si vota un’idea e non per i personaggi”.

Potrebbero interessarti

Si discuterà alla camera la proposta di legalizzazione della Cannabis

Tralasciando la disputa annosa tra quanti sostengono che la cannabis sia una…

Ipotesi di confisca penale obbligatoria per caporalato

Il relatore Davide Mattiello (Pd) ha annunciato che il governo ha presentato…

Toscana, paura per un terremoto nella notte di sabato

Per fortuna non sono stati registrati danni a persone e cose, ma…

Roma, domenica il referendum per la privatizzazione del trasporto

La questione è di quelle spinose, che l’amministrazione non ha saputo risolvere…