Berlusconi da Bruno Vespa: le promesse di Renzi

Eleonora Gitto

Berlusconi va da Bruno Vespa e gli parla delle presunte promesse che gli avrebbe fatto Renzi.

Berlusconi dice a Vespa che “la modifica della legge Severino era nel Patto del Nazareno”.

Dall’altra parte Matteo Renzi lo prende in giro e gli replica che “sono barzellette perché si confonde con l’altro Matteo”. Salvini, ovviamente.

Poi interviene altrettanto ironicamente il vice segretario Democratico Guerini, il quale afferma che il Cavaliere, o l’ex tale, “oltre a sbagliare le piazze e infilarsi in quelle della Lega, sbaglia anche i patti, non si sa se apposta o perché le cose cominciano a sfuggirgli”.

Infatti, “nessun Nazzareno prevedeva modifiche alla Severino, il tentativo di intorbidare le acque, se non è un’amnesia, è smaccato e puerile”.

D’altro canto, che a Berlusconi piacesse raccontare le barzellette lo sapevamo.

Ma che fosse così bambino di cercar di far credere alla gente che Renzi dovesse aiutarlo a tirarsi fuori dai suoi guai giudiziari, questo non lo sapevamo. Ma tant’è.

Fatto sta che il Cavaliere cerca ancora udienza in una piazza, quella di Porta a Porta, dove non è più credibile.

O almeno, lo è molto meno di prima. Nella riscossa del Cavaliere insomma ci crede solo lui. E quell’altro genio di Brunetta.

Next Post

Dalla Norvegia all'Italia, sgominata banda di terroristi islamici

Dalla Norvegia all’Italia, sgominata una banda di terroristi islamici. La banda del terrore, la cellula di 17 Jihadisti, è stata finalmente individuata e sgominata dalla collaborazione internazionale delle forze di polizia operanti in tutta Europa. La cellula agiva in Italia per reclutare personale per la Guerra Santa; personale a pagamento, […]
Dalla Norvegia all'Italia, sgominata banda di terroristi islamici