Berlusconi, meglio solo che mal accompagnato
WCENTER 0XJGBITMBG epa01765211 Italian Prime Minister Silvio Berlusconi pictured at the beginning of the round table at the EU summit, 18 June 2009, at the European Council headquarters in Brussels. European leaders gathered in Brussels amid mixed opinions on how to regulate the European financial industry, but with strong calls to re-appoint the head of the blocÔs executive, Jose Manuel Barroso. EPA/BENOIT DOPPAGNE BELGIUM OUT

Il leone è ferito ma non è morto direbbe qualcuno, ma al di là di quello che vorrebbe mostrare al mondo intero, Silvio Berlusconi non è neppure l’ombra dell’uomo ‘potente di un tempo, quello a cui nessuno osava dire di no.

L’ex premier proprio nelle ultime ore ha dovuto accettare l’addio di un altro fedelissimo, il suo braccio destro per anni, Denis Verdini, ma non mostra di accusare il colpo: “Meglio soli che male accompagnati”, esclama il leader di Forza Italia intervenendo telefonicamente a un’iniziativa a Moncalieri (la festa dei club di Forza Italia del Piemonte).

Berlusconi ha spiegato che il “partito si è rafforzato dopo le ultime uscite, i nomi li conoscete. I professionisti e i mestieranti della politica uno ad uno se ne sono andati, quando gli è convenuto”.

Il leader di Fi ha detto poi che Matteo Renzi è in televisione sei ore alla settimana, così come l’alleato Matteo Salvini, mentre lui negli ultimi due anni per via delle sue vicende giudiziarie ha potuto andarci soltanto dieci giorni. Ma da settembre «credo di poter tornare in televisione anche a far sentire attraverso di me la nostra voce».

Ha poi parlato del problema fiscale spiegando: “Solo l’equazione meno tasse e meno burocrazia può portare all’uscita dalla crisi e a un nuovo sviluppo. Nella cultura della sinistra, invece, c’è solo l’espansione del potere, che passa dall’aumento della spesa pubblica e, quindi, delle tasse”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Vercelli, 26 enne vessato dai bulli si è suicidato

Ancora una tragedia, ancora una giovane vita spezzata, e tutto perché si…

Roma, morto suicida il killer dell’orafo Giancarlo Nocchia

Era stato fermato qualche ora prima su un treno proveniente da Caserta,…