Bersani resta nel Pd per costruire il centrosinistra

Eleonora Gitto

Pierluigi Bersani dice di restare nel Pd per costruire il centrosinistra.

E’ questo il senso delle sue dichiarazioni. In un’intervista a Repubblica l’ex segretario del Partito Democratico afferma che “non lo fa per motivi sentimentali, ma perché senza il Pd il centrosinistra non esiste. Perciò si chiede come fanno altri a pensare di costruirlo fuori dal Pd”.

Bersani rileva inoltre che “non è contento, come invece è contento Matteo Renzi, del fatto che parecchi escano. Tuttavia l’alternativa va costruita nel Pd”. Pace fatta col segretario?

Manco per niente, semplicemente alcune puntualizzazioni e qualche correzione di tiro.

Ma pare che quel clima di alta tensione che regnava fino a qualche settimana fa nel partito, sia andato via via affievolendosi.

Tuttavia i problemi che pone Bersani in ordine al suo rimanere nel Pd, vanno forse affrontati da un’angolazione ancora diversa.

Al di là della linea politica e delle prospettive fuori o dentro il Partito Democratico, Pierluigi Bersani fa parte di quello zoccolo duro che, paradossalmente, è ancora talmente comunista da non riuscire a vedere vie d’uscita al di fuori del “partito”, anche se sbaglia e anche se si sposta a destra.

Quest’atteggiamento fideistico è tipico di bersaniani, dalemiani, ecc. I dinosauri. Perciò resteranno tutti dentro, statene certi.

Next Post

Roma, ex Pd e Sel per l’ennesimo soggetto della sinistra

Domani a Roma Sel e gli ex Pd s riuniranno in nell’assemblea fondativa dell’ennesimo “nuovo” soggetto della sinistra. L’ennesimo. Non rammentiamo più quanti ne abbiamo visti negli ultimi lustri costituirsi e sciogliersi dopo un po’ come neve al sole, sotto i colpi impietosi dell’individualismo, del soggettivismo, delle ripicche e di […]
Roma, ex Pd e Sel per l’ennesimo soggetto della sinistra