Beyoncé, causa milionaria per aver usato la voce di un rapper morto

Se questo per lei è un momento particolarmente felice, dato che ha appena annunciato di essere in attesa di due gemelli, la sua felicità è stata turbata da una richiesta di risarcimento alquanto consistente, persino per una diva come lei che certamente non ha problemi economici.

A Beyoncé è stata infatti presentata una causa da 20 milioni di dollari (19,99 milioni di franchi) per aver usato senza permesso la voce di un rapper morto in una delle sua canzoni hit, Formation.

A far causa alla diva sono stati gli eredi di Anthony Barré, in arte Messy Mya, rapper e star di YouTube assassinato a New Orleans il 14 novembre 2010.

Secondo gli eredi, il frammento usato in Formation “Oh, yes, I like that”, viene dal video di Barré del 2010 “A 27-Piece Huh?” e si può sentire all’incirca ad un minuto dall’inizio del video di Formation.

Gli eredi inoltre lamentano quindi il fatto che la cantante non abbia mai risposto ai loro appelli, preferendo semplicemente ricevere gli elogi e i profitti provenienti da Formation senza mai neanche ricordare Messy Mya.

Non è neppure la prima volta che viene fatta causa a Beyoncé per il suo album Lemonade, che contiene Formation: lo scorso anno un regista indipendente contestò che la popstar aveva rubato una parte del video dal suo corto Palinoia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Belen Rodriguez festeggia dalla California i 6 milioni di follower

Che si tratti del nuovo taglio di capelli, di una passeggiata col…

Tiziano Ferro, lettera commossa per la morte di una piccola fan

Linda non vedeva l’ora di arrivare, per poter prendere posto, magari il…