Bimba affetta da aids rifiutata dalla scuola, tornerà in classe
Bimba affetta da aids rifiutata dalla scuola

Pochi giorni fa una coppia di genitori affidatari aveva mandato una lettera al ministro dell’istruzione per chiedere aiuto in merito a quanto accaduto alla figlia: la loro bimba di undici anni, l’età in cui si dovrebbe frequentare la prima media, non è stata accettata dal preside della scuola per una presunta “mancanza di posti”.

Della vicenda ne ha parlato ed è intervenuto il ministro Stefania Giannini, anche se i risvolti sembrano ben diversi da quella “mancanza di posti” sottolineata dalla stessa scuola.

La realtà, infatti, lascia intendere che il motivo sia riconducibile a qualcosa di ben diverso: la ragazzina è affetta da aids e i suoi genitori temono che alla base del rifiuto ci siano la paura e l’ignoranza. Il ministro dell’istruzione Stefania Giannini è deciso a risolvere in breve tempo la questione e ha dichiarato:

Quella bambina entrerà in classe nei prossimi giorni. E quella città della Campania darà tutte le possibilità per farla rientrare a scuola.” La mamma della bimba è sempre stata determinata ad avere giustizia per la sua piccola:

oggi mi ha chiamato l’ispettrice dell’Ufficio scolastico regionale. Adesso sta contattando i vari presidi delle scuole limitrofe e sicuramente qualcuno adesso sarà pronto ad accogliere questa bambina. Ma la violenza subita e l’offesa ai diritti non saranno cancellati facilmente“. Ha dichiarato, mostrando un atteggiamento ottimistico nonostante le difficoltà che affronta ogni giorno per dare alla figlia ciò che le spetta.

Loading...
Potrebbero interessarti

Zucchine, mangiarle amare può provocare la perdita dei capelli

In questo periodo dell’anno siamo praticamente tutti a dieta e tra gli…

Escherichia coli, ritiro precauzionale del formaggio Fontina D.O.P

La sicurezza alimentare consiste nell’adozione di misure e controlli volti alla garanzia di disponibilità…