Boschi bacchetta De Luca per la Bindi

Eleonora Gitto

Maria Elena Boschi redarguisce il Governatore della Campania De Luca per le parole che ha usato nei confronti di Rosy Bindi durante la trasmissione televisiva Otto e mezzo.

Una difesa di ufficio, ma anche una levata di scudi per Rosy Bindi. In effetti, De Luca ha usato espressioni e termini davvero molto gravi.

Ha prima detto che la Presidente della commissione antimafia è impresentabile in tutti i sensi, poi addirittura che “non merita di esistere”.

Ora, con molta obiettività, non è consentito che un personaggio politico di così alto rango utilizzi un linguaggio tanto becero quanto offensivo verso un’altra persona. Il riferimento sessista poi alla “impresentabilità” lo rende ancora più colpevole.

Perciò il Ministro per i rapporti col Parlamento Boschi, bene ha fatto a stigmatizzare il comportamento del proprio compagno di partito, parlando di “frasi inaccettabili e dell’esigenza che lo stesso De Luca si scusi”.

Ma conoscendo De Luca, è difficile che si scusi, semmai farà una precisazione all’acqua di rose che lascerà scontenti un po’ tutti.

Nel frattempo il saggio Gianni Cuperlo, della minoranza Pd, chiede un intervento più diretto del proprio partito, perché se il Pd non darà una risposta alle parole di De Luca, dimostrerà di non essere una comunità.

Next Post

Corradino Mineo, dal Pd al gruppo misto del Senato

Corradino Mineo passa dal gruppo Pd del Senato a quello misto. Per insanabili contrasti col proprio partito, ovviamente. Ma che cosa è successo? Mineo racconta di essere stato sottoposto a una sorta di “processo sommario da parte di Luigi Zanda, suo ex capogruppo, che ha derubricato questioni meramente politiche a […]
Corradino Mineo da Pd al gruppo misto del Senato