Bruno Vespa conferma: la Rai non gli taglierà lo stipendio

Alla fine il nodo è stato sciolto: il Governo ha comunicato a Viale Mazzini che il budget per gli artisti sarà considerato al di fuori del limite massimo dei 240mila euro, stabilito dal Ministero dell’Economia con la nuova legge sull’editoria, grazie al parere favorevole dell’Avvocatura di Stato.

Il tetto massimo di 240 mila euro quindi non sarà applicato dalla Rai ai suoi personaggi di punta, che già avevano minacciato l’abbandono, in caso di tagli sostanziali ai loro assegni milionari.

Il Mise comunque precisa che la Rai non è esentata dal dovere di individuare i criteri per la determinazione della prestazione artistica e i meccanismi per la determinazione delle retribuzioni, anche in relazione agli obiettivi dei piani editoriali.

Rimaneva però ancora uno spinosa caso aperto: come sarebbe stato valutato Bruno Vespa, il cui lavoro è a cavallo tra giornalismo e attività artistica? I giornalisti infatti, ad oggi, a differenza degli artisti, rientrano nella limitazione agli stipendi.

Il dubbio è stato sciolto dal diretto interessato con una lettera inviata al sito Dagospia di Roberto D’Agostino.

“Caro Roberto – scrive Vespa – forse può esserti utile sapere che dal 2001 i miei contratti sono prestazioni artistiche con contributi Enpals. Grazie e cari saluti”.

Dopo gli stipendi milionari di Fabio Fazio, Antonella Clerici, Massimo Giletti e diversi altri, anche quello di Bruno Vespa è quindi salvo.

Next Post

Erin Moran, Henry Winkler e Ron Howard la ricordano su Twitter

L’attrice Erin Moran ci ha lasciato all’età di 56 anni, è stata ritrovata nella sua casa dell’Indiana alle 16 della giornata dai sabato. La chiamata al 911 sarebbe stata effettuata da una donna non identificata, all’arrivo del pronto intervento l’attrice era praticamente già deceduta, non è ancora chiaro e non […]
erin moran commenti henry winkler ron howard