Bufale online? Solo uno sporco business
Bufale online? Solo uno sporco business

Dietro le bufale online c’è solo un giro di affari molto sporco.

Nella puntata del 15 febbraio delle Iene, il famoso e bravo Matteo Viviani ha ascoltato un paio di cacciatori di bufale, altrimenti detti Debunker.

Si occupano precipuamente di smascherare le fake news che circolano su Internet. Mestiere non facile, peraltro.

Le bufale, le notizie false in realtà sono moltissime, e a molti di noi sicuramente sarà capitato di imbatterci in alcune di esse.

E magari le abbiamo riportate pure sulla nostra pagina Facebook, fino a quando qualcuno ci ha fatto notare che, per l’appunto, sono semplicemente falsità.

Qualche volta si tratta di burle e altre di malizia e malafede, ciò che deve essere assolutamente perseguito.

E’ in preparazione sul tema un’apposita legge che, si spera, faccia un po’ di chiarezza su tutta la questione e crei le condizioni affinché le fake news diventino veramente poche.

Ma, dicevamo, dietro ci sono i soldi. Un noto imprenditore ha confessato alle Iene che ci sono siti che gestiscono queste notizie, all’interno dei quali si riescono a realizzare guadagni non indifferenti grazie ai clic sulla pubblicità che di volta in volta appaiono.

Un’accoppiata che è davvero il massimo: la fregatura e la speculazione.

Loading...
Potrebbero interessarti

iOS 9 tanti download ma anche qualche critica

Apple fornisce i primi dati dei download dell’ultimo aggiornamento iOS, praticamente le…

Astronomi rivelano: Un buco nero presente nel sistema solare

Ad oggi, il buco nero più vicino a noi è a mille…