Cantone attacca Roma: la capitale morale è Milano

Eleonora Gitto

E bravo Raffaele Cantone, il quale con molta nonchalance ha dichiarato che “Milano si è riappropriata del ruolo di capitale morale del Paese”.

Per la precisione, il Presidente dell’autorità nazionale Anticorruzione ha detto che “Milano si è riappropriata del ruolo di capitale morale del Paese, mentre Roma sta dimostrando di non avere quegli anticorpi di cui ha bisogno e che tutti auspicano possa avere”.

In buona sostanza ha detto che i Milanesi sono meglio dei Romani e che il Sindaco Marino deve andare a casa, se tanto ci dà tanto.

Tutto questo, per blandire un po’ il Sindaco di Milano Pisapia, che gli ha donato l’onorificenza massima del sigillo della città.

Poi, ovviamente, il correttivo nel più puro stile politichese, dicendo che le sue parole “non sono una critica ma un pungolo”.

“L’idea – dichiara Cantone – era di dire che questo modello che ha messo in campo le sinergie per Milano expo può fare da traino per cambiare la situazione. Non una critica, ma un pungolo a lavorare su questa logica”.

Un dietrofront raffazzonato e un po’ oscuro. Come spesso accade, la toppa è peggio del buco. A volte è meglio stare zitti e attendere che le cose si sgonfino naturalmente. Molto meglio.

Next Post

Matteo Renzi, l'Italia crede nella ripresa

Per il Presidente del Consiglio Matteo Renzi “il clima è cambiato e l’Italia crede nella ripresa”. Il Premier da Cuba fa sapere “per la prima volta dopo anni c’è in Italia un cambiamento di clima profondo. Come certifica l’Istat, la fiducia dei consumatori e delle imprese è tornata ai livelli […]
Matteo Renzi, l'Italia crede nella ripresa