Cappuccetto rosso in versione hot per sbaglio nelle scuole cilene

Che i migliori best seller del mondo siano poi stati traslati in versione hot non è certo una novità, ma di certo è un grande errore se queste versioni per un pubblico adulto finiscano noi sui banchi di scuola.

Il libro in questione si chiama Cappuccetto rosso si mangi il lupo, e per sbaglio è finito sui banchi di quasi trecento scuole elementari cilene: quando le autorità si sono accorte dell’errore era troppo tardi e molte copie del libro, diviso in sei racconti tra cui uno intitolato “Lo stupro“, erano ormai nelle mani dei giovani alunni.

“Scusi, maestra, perché Cappuccetto Rosso è a letto con il lupo cattivo?”, la domanda che un bimbo ha rivolto al suo insegnante mentre sfogliava la copia del suo innocente libro.

Dopo la scoperta casuale di un’insegnante quindi , le autorità stanno correndo ai ripari ritirando dalle scuole le copie di Cappuccetto mangia il lupo, scritto nel 2012 dall’autrice colombiana Pilar Quintana. “Questo libro può causare danni irreparabili ai nostri studenti: descrivere in maniera così dettagliata la violenza su una ragazza non aiuta in alcun modo il processo educativo dei giovani”, ha affermato il sindaco di Rio Bueno, che ha portato il caso all’attenzione del ministero dell’Istruzione. Dello stesso avviso il governo cileno che ha riconosciuto l’errore e ha dato il via al ritiro dalle scuole.

Ma l’autrice si è detta stupita della scelta e, in un’intervista a ‘La Tercera’, ha replicato che “ritirare libri come il mio è controproducente”. “In Colombia – ha aggiunto – ho letto molte di queste storie nelle scuole e da questi reading sono emerse interessanti discussioni su machismo, ruolo delle donne, sessualità, violenza e abuso”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mariah Carey in ospedale per una brutta influenza

Una notizia terribile per i fans, che potrebbero veder annullati i prossimi…

India Reynolds incredibilmente sensuale la modella britannica

Sempre incredibilmente sensuale la bellissima modella britannica India Reynolds, lei nata grazie…