CGIA, Renzi taglia 15 miliardi di tasse

Eleonora Gitto

La CGIA fa sapere che Matteo Renzi è riuscito nell’operazione di tagliare ben 15 miliardi di tasse.

Il che non è poco. L’operazione è riuscita con circa sette miliardi in meno per le famiglie e circa otto miliardi in meno per le imprese.

La notizia è data con dovizia di particolari dalla nota CGIA di Mestre, che spesso comunica notizie cattive, ma stavolta ne dà una buona.

Molte famiglie hanno beneficiato della detrazione degli 80 euro, nonché del cosiddetto bonus bebè.

Inoltre hanno beneficiato delle deduzioni Irpef per le nuove abitazioni, della diminuzione della cedolare secca per certe locazioni e delle detrazioni per gli alloggi sociali.

Purtroppo, l’altra faccia della medaglia è che aumenta la tassazione sulle rendite finanziarie, cioè sulle cedole e simili.

Poi aumenta l’Imu sui terreni montani e sui fondi pensione e sui capitali percepiti sulle assicurazioni vita.

Ma, a conti fatti, il saldo finale è decisamente buono per le famiglie, perché si tratta di un risparmio di 7,1 miliardi di euro.

Probabilmente è anche questa la ragione per la quale sembra che i consumi si stiano riprendendo.

Certo, ancora lentamente, ma ci sono segnali che incanalano l’economia in maniera più decisa verso la ripresa complessiva.

Next Post

Profughi, bimba siriana gattona dinanzi ai militari schierati

Non è facile essere concilianti e accoglienti quando ogni giorno migliaia di persone arrivano sulle coste, e tra migliaia di brave persone si nascondono però anche delinquenti e trafficanti, ma non bisogna neppure dimenticare che tra migranti e profughi la maggioranza sono donne e soprattutto bambini, a cui è stato […]