Come eliminare la pancia: la dieta corretta senza grassi e zuccheri

Eleonora Gitto

Come eliminare la pancia? Con una la dieta corretta che non contempla grassi e zuccheri.

Si sa, le donne hanno il problema dei fianchi larghi e del sedere abbondante, depositi naturali di grassi. Gli uomini hanno soprattutto il problema della pancia, specialmente oltre una certa età.

Per tenere sotto controllo la pancia in realtà esistono molti metodi, la maggior parte dei quali risulta efficace, sempre che sia praticato con costanza e con buon senso, ovviamente. Una maniera eccellente per dimagrire, e quindi anche per diminuire il diametro della nostra vita in maniera considerevole, è quello dello sport.

Una bella corsa mattutina di una mezz’oretta prima di andare al lavoro è il sistema dimagrante più sicuro e benefico.

Serve sia per perdere peso, che per ossigenare il fisico e riattivare in maniera corretta la circolazione. Richiede in fondo poco tempo, non è così impegnativo e non costa niente.

Ma a volte lo sport o il movimento da soli non bastano: per buttare giù la pancia serve qualche cosa di diverso anche nell’alimentazione, che sovente non curiamo a sufficienza.

Se facciamo sport, ma a pranzo e cena mangiamo a quattro ganasce pane, pasta, carne e ci beviamo pure su, va da sé che i nostri sforzi sportivi serviranno a poco o a nulla.

Per quel che riguarda la dieta, in fin dei conti il discorso è anche qui relativamente semplice. Si possono proporre mille modi, più o meno articolati, per dimagrire, ma in fondo il consiglio principe è sempre quello: cercare di diminuire la quantità di grassi e zuccheri assunta quotidianamente, altrimenti la pancia, specialmente se grossa, ce la porteremo avanti letteralmente come un pesante fardello per tutta la vita.

Per sgonfiare la pancia la mattina, non è male bere un bel bicchiere di acqua con succo di mezzo limone. Questa bevanda ha un notevole effetto depurativo.

Ma va bene anche la frutta, ad esempio una mela o una banana possono contribuire in maniera importante a far diminuire il senso di gonfiore. Così come va bene pure una macedonia o un sorbetto alla frutta.

D’altro canto la barbabietola e il pomodoro sono utili per combattere i grassi. Ma vanno bene anche cavolo e carote.

Un consiglio di metodo importante: per ottenere buoni risultati, soprattutto di natura digestiva, è necessario imparare a mangiare lentamente, con calma, senza sovraccaricare l’apparato digerente.

Se poi alla fine riusciamo sia a diminuire grassi e zuccheri nella dieta, sia a fare sport, il risultato è pressoché assicurato.

Next Post

Medicina e robot, in due giorni al Careggi di Firenze 7 interventi al rene

Medicina e robot, al Careggi di Firenze in due giorni sono stati eseguiti ben 7 interventi al rene. Il trionfo della scienza medica è ben rappresentato dai risultati ottenuti con la chirurgia robotica negli ultimi anni. Certo, siamo solo agli inizi, ma non c’è dubbio che l’applicazione dell’informatica e della […]
Medicina e robot, in due giorni al Careggi di Firenze 7 interventi al rene