Costa Concordia,16 anni a Schettino. Non va in prigione

Il capitano Francesco Schettino è stato condannato  dal Tribunale di Grosseto a sedici anni di reclusione e a un mese di arresto per il naufragio della Costa Concordia.

L’uomo nativo di Meta di Sorrento, inoltre, è stato interdetto per cinque anni come comandante di nave. Per Schettino è stata confermata anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

I giudici del Tribunale di Grosseto hanno poi ritenuto non sussistente il pericolo di fuga dell’ex comandante della Costa Concordia, condannato, per tutti i reati per cui è stato imputato, a sedici anni e a un mese di arresto per il naufragio all’isola del Giglio. “E’ una sentenza dura – ha affermato il  difensore , di Francesco Schettino, Domenico Pepe annunciando appello – ma forse restituisce un po’ di onore a Schettino”.

 

Francesco Schettino e  la compagnia di navigazione Crosta crociere sono stati condannati in solido a risarcire le parti civili, tra cui la Presidenza del Consiglio, alcuni ministeri, la Protezione civile, la Regione Toscana e il comune di Isola del Giglio.

 

Potrebbero interessarti

Legge elettorale, per Mattarella s’ha da fare subito

Per la legge elettorale scende in campo il Presidente Sergio Mattarella: s’ha…

Messa la parola fine alla controversia Google-Mosley

“La controversia è risolta, con la soddisfazione di entrambe le parti”, ha…