Cure agli immigrati, Sanità lombarda chiede 160 milioni al governo

La questione immigrazione è sempre estremamente calda, ed i problemi da affrontare sono veramente tantissimi.

Se l’urgenza è nel trovare uno stallo e poi una sistemazione definitiva e dignitosa a quanti sbarcano sulle nostre coste, in un secondo tempo è importante anche capire chi dovrà pagare i milioni di euro spesi dalla sanità pubblica per assicurare a tutti gli immigrati le cure necessarie e le profilassi di rito per evitare epidemie.

Ad esempio è di 160 milioni di euro il conto che la Regione Lombardia ha presentato al governo per la cura in ospedale di stranieri e che ora spera venga saldato. L’assessore alla Sanità Mario Mantovani lo ha sottolineato aggiungendo che nelle 358 strutture di accoglienza in regione a fine giugno erano presenti circa 7.000 persone, e che le Asl hanno eseguito “mille prestazioni preventive”.

Mantovani è stato categorico:  «il Governo deve ancora versare 160 milioni di euro, a fronte delle fatture emesse regolarmente dalle nostre aziende ospedaliere per la cura di stranieri temporaneamente presenti. Come Regione continuiamo a fare il nostro dovere, ci aspettiamo dunque che Renzi onori finalmente i debiti con la Lombardia».

Loading...
Potrebbero interessarti

Vaccino contro il colesterolo alto, ecco la nuova scoperta

Proprio nel momento in cui l’ignoranza la fa da padrona in tema…

Tumore al seno prevenzione rimane l’arma più importante

Il tumore del seno, detto anche carcinoma mammario o tumore alla mammella, è una formazione…