Cure agli immigrati, Sanità lombarda chiede 160 milioni al governo

La questione immigrazione è sempre estremamente calda, ed i problemi da affrontare sono veramente tantissimi.

Se l’urgenza è nel trovare uno stallo e poi una sistemazione definitiva e dignitosa a quanti sbarcano sulle nostre coste, in un secondo tempo è importante anche capire chi dovrà pagare i milioni di euro spesi dalla sanità pubblica per assicurare a tutti gli immigrati le cure necessarie e le profilassi di rito per evitare epidemie.

Ad esempio è di 160 milioni di euro il conto che la Regione Lombardia ha presentato al governo per la cura in ospedale di stranieri e che ora spera venga saldato. L’assessore alla Sanità Mario Mantovani lo ha sottolineato aggiungendo che nelle 358 strutture di accoglienza in regione a fine giugno erano presenti circa 7.000 persone, e che le Asl hanno eseguito “mille prestazioni preventive”.

Mantovani è stato categorico:  «il Governo deve ancora versare 160 milioni di euro, a fronte delle fatture emesse regolarmente dalle nostre aziende ospedaliere per la cura di stranieri temporaneamente presenti. Come Regione continuiamo a fare il nostro dovere, ci aspettiamo dunque che Renzi onori finalmente i debiti con la Lombardia».

Next Post

Dedicata a Rita Levi Montalcini la Giornata per la salute della Donna

Una donna dalla grandissima levatura morale, di grandissimo genio e sicuramente meritevole di rappresentare tutte le donne: per questo è stata dedicata a Rita Levi Montalcini la nuova Giornata per la salute della donna, che verrà celebrata a partire dal 22 aprile 2016, proprio in occasione dell’anniversario della sua nascita. […]