D’Alema, il PD ha perso 2 milioni di elettori

Eleonora Gitto

Secondo Massimo D’Alema il PD ha perso 2 milioni di elettori.

E’ la sostanza del suo intervento al festival dell’Unità di Milano. L’ex Presidente del Consiglio ha detto che il PD è passato dal 41% al 30%.

A parte il fatto che le elezioni politiche sono una cosa e le elezioni amministrative un’altra, e D’Alema lo sa bene, è anche normale e fisiologico che dopo un risultato così esorbitante, ci sia un rientro nei consensi.

E’ come nelle elezioni di mid term negli Stati Uniti. E comunque stiamo parlando, ammesso che sia vero il 30% di cui parla D’Alema, di consensi altissimi in termini assoluti. Vuol dire che sostanzialmente un Italiano su tre vota PD, il che è moltissimo.

Senza contare che quando Massimo D’Alema era in auge nel partito, il risultato del 41% l’avrebbe visto col binocolo, ammesso che ci fosse qualcuno disposto a prestargliene uno.

Di diverso spessore è invece il ragionamento più politico del buon Massimo, quando parla di un rilancio del centrosinistra, alternativo a quello che chiama l’abbraccio mortale col centrodestra.

Questo è corretto, ma bisogna pure trovare a sinistra una maggioranza che sia in grado di fare le riforme.

Non sembra ci siano né i numeri, né la volontà politica al momento, visto che, come al solito, la sinistra quando deve mettersi d’accordo all’interno risulta sempre perdente.

Next Post

Abi ecco il boom di mutui casa e dei finanziamenti alle imprese

Boom di mutui e richieste di finanziamenti per le imprese in questo anno solare, vediamo nel dettaglio le informazioni fornite dall’Abi. I dati dell’Abi, Associazione Bancaria Italiana, ci dicono che l’economia forse è in ripresa: nel 2015 è boom della mutua casa e crescono sia i finanziamenti alle imprese, sia […]
Abi, boom di mutui casa e dei finanziamenti alle imprese