De Luca sospeso, in Campania non si insedia il Consiglio

Nelle scorse ore, dopo la firma del premier Matteo Renzi, è stata notificata la sospensione dall’incarico al neo governatore della Campania, Vincenzo De Luca, per l’applicazione della Legge Severino, che come noto vieta a chi ha subito condanne definitive di esercitare funzioni politiche.

Come si era detto nelle ore immediatamente successive, De Luca aveva dinanzi a sé due opportunità: convocare il Consiglio e formare la sua Giunta, o attendere lo sviluppo del ricorso da presentare contro la sospensione.

Se in un primo momento sembrava certo che De Luca già nelle prossime ore avrebbe proceduto nella presentazione dei suoi fedelissimi, a sorpresa arriva il contrordine: la consigliera anziana Rosa D’Amelio ha sconvocato il consiglio regionale della Campania fissato per oggi, lunedì mattina, alle 10.

La seduta, per Statuto, si dovrà comunque svolgere entro il 12 luglio, cioè entro i venti giorni dalle proclamazione di tutti gli eletti. “Nei prossimi giorni – annuncia Fulvio Bonavitacola, deputato Pd e vicepresidente in pectore alla  Regione – agiremo come sempre nel pieno rispetto della legge per garantire l’insediamento e la piena funzionalità degli organi di governo della Regione”.

Molto probabilmente il timore di De Luca è di vedersi annullare la nomina della giunta da un tribunale adito dalle opposizioni, col rischio sempre più concreto del commissariamento. Ecco il perché del rinvio: dare il tempo agli avvocati che difendono De Luca di presentare ricorso al tribunale di Napoli contro la sospensione.

Loading...
Potrebbero interessarti

Silvio Berlusconi prova ancora a tener testa a Salvini

Sembrano lontanissimi i tempi in cui Silvio Berlusconi era protagonista assoluto della…

Salvini, blocco totale dell’Italia per tre giorni

Per il leader della Lega Matteo Salvini ci sarà a Novembre il…