Diego Abatantuono al cinema racconta l’Italia dei bamboccioni

Il prossimo fine settimana sarà ricco di uscite al cinema, ed assieme ai classici horror che puntualmente escono in occasione della festività di Halloween, ci sarà spazio anche per qualche risata, ed anche qualche amara considerazione, assieme a Diego Abatantuono e alla pellicola di cui è protagonista.

Arriva infatti al cinema “Belli di papà”, commedia diretta da Guido Chiesa, nelle sale dal 29 ottobre. Nel cast, Diego Abatantuono, nei panni di Vincenzo, e Matilde Gioli, Andrea Pisani, Francesco di Raimondo, che interpretano i suoi figli ventenni.

La pellicola è giocata tutta sulla linea di confine tra la commedia pedagogica e quella sociologica/sociale con spunti di spasso pari a quelli di riflessione e di attenzione: il film fa luce sulle situazioni di alcune famiglie moderne realmente esistenti e mette a confronto due generazioni diverse. Nel cast figurano anche Marco Zingaro, Barbara Tabita, Uccio De Santis e Niccolò Senni.

Vincenzo (Abatantuono) è un imprenditore di successo. Vedovo, rimasto improvvisamente solo, deve badare a tre figli ventenni, Matteo (Pisani), Chiara (Gioli) e Andrea (Di Raimondo), che rappresentano per lui un vero e proprio cruccio. I ragazzi vivono, infatti, una vita piena di agi, ma senza senso e soprattutto ignari di qualsiasi responsabilità. Vincenzo tenta perciò di riportarli alla realtà: una messinscena con cui fa credere ai figli che l’azienda di famiglia stia fallendo per bancarotta fraudolenta. Sono perciò costretti ad un’improvvisa fuga degna di veri latitanti. Per sopravvivere, Chiara, Matteo e Andrea dovranno cominciare a fare qualcosa che non hanno mai fatto prima: lavorare.

“Sono convinto che se c’è una colpa dei figli, inevitabilmente nasce dai genitori – dichiara Diego Abatantuono – Il mestiere del genitore è difficile, è un’avventura da vivere con caparbietà e entusiasmo”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Fedez senza tattoo, l’incredibile boom social

Tattoo o non Tattoo questo è il dilemma? Sembra proprio di no,…

Jasmine Tookes il suo Fantasy Bra da 3 milioni di dollari

Per indossare un reggiseno di cotanto valore sicuramente ci vuole un seno…