Dieta Vegana, i frullati non hanno salvato la youtuber Mari dal tumore

È scientificamente assodato che le forme tumorali, ma anche molte malattie infiammatorie croniche come quelle autoimmuni , sono legate a un consumo quotidiano di cibi sbagliati. Ridurli, o in alcuni casi toglierli, e privilegiare invece quelli benefici può fare quindi la differenza.

Naturalmente, i carcinomi non sono causati esclusivamente dal tipo di dieta seguita ma, secondo il Dottor Veronesi, che è uno dei massimi esperti nei tumori, lo sono tra il 25 e il 30%. La natura fornisce una grande varietà di cibi che proteggono la nostra salute, favoriscono il benessere e tengono lontani i tumori.

La dieta anticancro è un regime vario ed equilibrato, nel quale gli alimenti vengono alternati e preparati con pochi grassi e cotture salutari.

Il consumo di alcuni alimenti dovrebbe essere ridotto e limitato; rientrano in questa sezione i salumi, gli insaccati e le carni rosse. In particolare i salumi devono essere consumati di rado per via di alcune sostanze utilizzate per la loro conservazione e che, alla lunga, potrebbero rivelarsi dannose. La carne rossa non è da eliminare ma semplicemente da consumare più di rado a causa dell’alta percentuale di grassi saturi. Invece, è consigliabile il consumo di carni bianche e di pesce; quest’ultimo è ricco di proteine, contiene pochi grassi.

Dieta Vegana, i frullati non hanno salvato la youtuber Mari dal tumore

Dieta Vegana i frullati non hanno salvato la youtuber Mari dal tumore

Un ruolo cardine è svolto anche dal tipo di cottura impiegato; fra quelli meno consigliati vi è quello alla piastra perché il cibo raggiunge alte temperature, spesso si bruciacchia, e sviluppa così delle sostanze particolarmente dannose come gli idrocarburi policiclici. E’ meglio optare per una cottura al cartoccio o in umido, evitando quindi di impiegare grandi quantità di sostanze grasse.

Come dieta anticancro, negli ultimi anni si è parlato spesso del regime vegano: sono stati diversi gli studi che hanno cercato di trovare una correlazione sempre più stretta tra questo regime alimentare e addirittura la regressione dei tumori.

Sono diversi coloro che, ad esempio, sostengono che una dieta vegan prettamente crudista, come applicata nelle cliniche igieniste in Messico o nel metodo Gerson, ha la capacità di aiutare il sistema immunitario a sbarazzarsi di grosse masse tumorali addirittura in breve tempo.

In tanti, negli ultimi anni, hanno creduto a questa teoria e hanno raccontato la propria esperienza in merito, come Mari Lopez, youtuber texana diventata famosa sul web per i suoi video in cui racconta la battaglia contro il tumore grazie ad una rigida alimentazione a base di frutta e verdure, per lo più crude.

Purtroppo però Mari, nonostante la rigida alimentazione, non è riuscita a vincere la propria battaglia e si è spenta proprio a causa del male che pensava potesse regredire grazie alla dieta vegana.

In seguito alla scoperta della malattia, i medici avevano consigliato a Mari di seguire una terapia tradizionale, ma la youtuber aveva scelto una via alternativa, una terapia disintossicante della durata di 90 giorni. In un video intitolato “Stage 4 Cancer Natural Transformation”, Mari aveva affermato che Dio l’aveva attratta in un negozio di frutta e verdura per garantirle la guarigione.

Mari quindi aveva aperto un canale Youtube insieme alla nipote, Liz Johnson, in cui dava consigli per preparare frullati di frutta e verdura in grado, secondo lei, di sconfiggere il tumore.

Davanti ai suoi follower, quasi 12 mila, Mari Lopez si mostrava sicura di sé e sorridente. La realtà però era un’altra, come hanno svelato le parole di Liz. Nell’ultimo video postato sulla piattaforma infatti appare solamente la nipote, che informa i seguaci della morte della zia. La ragazza ha spiegato che il cancro aveva ormai intaccato anche il fegato, i polmoni e il sangue, senza lasciare scampo alla zia Mari.

Pare, tuttavia, che negli ultimi tempi la donna si fosse ricreduta e si fosse affidata a chemioterapia e radiazioni, abbandonando la dieta vegana. Aveva persino accennato alla nipote di cancellare dal loro canale i video in cui difendeva la dieta come metodo per curare il cancro, ma Liz non gliel’aveva permesso. Secondo la ragazza, infatti, se i fans malati che avevano seguito i suoi consigli non ce l’avevano fatta, la colpa non era certo sua.

«Molti mi hanno scritto affermando di aver combattuto il cancro con i nostri frullati – ha detto la giovane al magazine Babe -. Altri invece hanno scelto le cure tradizionali. Alcuni sono ancora vivi, altri no, sfortunatamente. Ma noi non abbiamo mai detto che potesse funzionare al 100% per tutti».

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Yemen, sempre più difficile fermare l’epidemia di colera

Nello Yemen continua a salire il numero dei morti della guerra iniziata…

Soluzione per la Celiachia? Una startup italiana ci prova con il glutine senza tossine

Soluzione per la Celiachia? Una startup italiana ci prova eliminando le tossine…

Mantiene la promessa fatta da bambino e va al ballo di fine anno con la compagna down

Sta facendo commuovere il mondo del web la storia di una grande…

Camminata, 100 passi al minuto per mantenersi in salute

L’importante è non stare fermi: la vita sedentaria, come gli esperti ricordano,…