Direttamente dagli USA un farmaco per curare la depressione

Il male oscuro, quello che colpisce milioni di persone ogni anno e che nella maggioranza dei casi non viene neppure diagnosticato prontamente per essere curato adeguatamente, la depressione, dilaga sempre più, anche nel nostro paese.

Negli ultimi anni sono tanti i fermaci arrivati sul mercato ed altrettante le terapie psicologiche per fronteggiarlo, ma il disturbo depressivo si radica profondamente nella mente e nell’anima di chi colpisce.

Una nuova speranza arriva dagli USA, dove sarebbe in sperimentazione un nuovo farmaco, un prodotto già sperimentato su alcuni pazienti che non dovrebbe avere effetti collaterali. Sembra addirittura che abbia già assicurato effetti antidepressivi che si protraggono fino ad oltre otto settimane dalla sospensione della terapia.

L’ultima cura è stata ideata da un italiano – ma negli USA – e parte da un presupposto diverso da quelli concepiti finora che sono alla base dei farmaci antidepressivi. “Questa ipotesi è coerente con il fatto che il farmaco ha un’azione antidepressiva che perdura nel tempo dopo la sospensione della malattia”.

La terapia dello scienziato Maurizio Fava, presso il Massachussetts General Hospital di Boston, è stata sperimentata per meno di un mese su un numero ristretto di pazienti ottenendo buoni risultati. Il farmaco si configura dunque come una nuova concreta possibilità per tanti pazienti che attualmente non trovano beneficio nell’assumere gli antidepressivi oggi disponibili.

Potrebbero interessarti

Curare i postumi di una sbornia? I metodi scientifici

Come curare i postumi di una sbornia? Ecco i consigli utili, dai…

Obesità maschile, è la solitudine un fattore a rischio

Ci sono differenze sostanziali legate al problema dell’obesità, soprattutto tra uomini e…