Doppio Quadro di Picasso venduto da Sotheby’s per oltre 67 milioni

A New York si è aperta la stagione autunnale delle aste, iniziate da Sotheby’s con la collezione Taubman, ed è quasi subito record: a fare il colpo grosso è stato Bill Koch, famoso magnate del petrolio, che ha venduto due dipinti di Picasso per una cifra quasi assurda.

Dopo aver comprato un quadro di Picasso per 3 milioni di dollari, nel 1984,  infatti, Koch lo ha fatto restaurare scoprendo che sul retro del dipinto era conservato un secondo disegno sempre firmato dall’artista spagnolo: il quadro è così diventato famosissimo come il “doppio quadro di Picasso”.

La Gommeuse di Picasso, creata all’inizio del periodo blu nel 1901 è passato di mano a 67,5 milioni a Doris Ammann, un mercante d’arte con sede a Zurigo. Picasso aveva 19 anni quando dipinse la ballerina di cabaret nuda con il viso pallido, le labbra rosse e riccioli neri.

La tela come detto nasconde un secondo dipinto sul retro, una caricatura capovolta amico dell’artista e connazionale Pere Manach.

Non è ancora chiaro il perché della decisione di Bill Koch di liberarsi dell’opera che, certamente, avrebbe continuato a crescere di valore in modo esponenziale, ma di certo ha fatto la felicità della casa d’Aste che incasserà una percentuale da vertigini.

Della collezione di Koch, Sotheby’s ha venduto anche un quadro di Claude Monet della serie Le Ninfee (1908), aggiudicato per 33,9 milioni di dollari. Mentre un quadro dipinto da Vincent Van Gogh durante il soggiorno ad Arles, in Provenza, nel 1889, dal titolo Paysage sous un ciel mouvementé è stato battuto per 54 milioni di dollari: proveniva dalla collezione americana di Louis ed Evelyn Franck.

Sotheby’s ha venduto opere d’arte per 575,8 milioni di dollari in una sola giornata.

Loading...
Potrebbero interessarti

Jennifer Lawrence, polemiche e imbarazzo per un aneddoto

Se a tutti noi è capitato, almeno una volta, di provare un…

UFO in provincia di Napoli: la conferma del Centro Ufologico Mediterraneo

La conferma arriva dal Centro Ufologico Mediterraneo: su San Giorgio a Cremano,…