Eagles of Death Metal, prima intervista dopo l’orrore di Parigi

Hanno ancora il terrore negli occhi e nella voce, sanno di essere dei miracolati, e il loro tumulto di sentimenti contrastanti emerge tutto nella prima intervista rilasciata dagli Eagles of Death Metal, il gruppo rock che suonava al Bataclan di Parigi la notte in cui gli estremisti islamici hanno seminato morte e terrore.

A poco più di una settimana di distanza dalle stragi di Parigi, Jesse Hughes e Joshua Homme, degli Eagles of Death Metal, due componenti della band, hanno deciso di descrivere l’orrore e la paura vissuta durante l’attacco terroristico: con la voce rotta dal pianto e gli occhi colmi di lacrime, per la prima volta hanno voluto condividere la loro terribile esperienza.

L’intervista è stata concessa al magazine statunitense ‘Vice’ che la pubblicherà integralmente la prossima settimana.

In video appare un Hughes distrutto dagli eventi vissuti in prima persona intervistato dal fondatore di Vice Shane Smith. “Molte persone si sono nascoste nel nostro camerino, e gli assassini sono riusciti a entrare e li hanno uccisi tutti, tranne un ragazzo che si era nascosto sotto la mia giacca di pelle. In giro le persone si fingevano morte, erano tutti terrorizzati. Una delle ragioni principali che ha fatto salire il numero dei morti, è perché molte persone non volevano lasciare i proprio amici. Molte persone hanno fatto scudo con il proprio corpo per altre persone”.

Nessun membro della band è rimasto ferito nel massacro in cui sono morte 130 persone nella notte di terrore di Parigi, di cui 89 solo al Bataclan, ma gli Eagles of Death Metal hanno annullato tutti i prossimi concerti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Stefano Bettarini non è stato fedele con Simona Ventura?

Se il loro matrimonio è finito, ormai diversi anni or sono, certamente…

Madonna trova l’appoggio di Sean Penn per l’adozione

Si sono rivisti qualche mese fa per un gala di beneficenza e…