Ed Sheeran deve difendersi dall’accusa di plagio

Il brano è senza dubbio una hit, una di quelle capaci di sopravvivere nel tempo e di emozionare il pubblico, e non a caso tra il 2014 e il 2015 ha vinto due Grammy e collezionato 1,2 miliardi di visualizzazioni su YouTube, eppure sembra che non sia del tutto originale, almeno stando alle accuse che gli sono state mosse.

Thinking Out Loud di Ed Sheeran è un plagio del brano di Marvin Gaye, Let’s Get In On: questo quanto dichiarato dagli eredi di Ed Townsend, co-autore della canzone insieme a Gaye nel 1973.

Per essere precisi, secondo gli accusatori il pezzo avrebbe copiato “l’anima, il cuore” della celebre hit di Marvin Gaye.  La famiglia Townsend accusa Sheeran di avere “costruito la canzone con le progressioni armoniche e melodiche, così come con gli elementi ritmici, di “Let’s Get It On””.

Gli eredi di Townsend hanno quindi depositato la causa con la richiesta di risarcimento danni, che dovranno essere quantificati durante un processo davanti a una giuria, mentre i difensori di Sheeran, rappresentanti della Sony/ATV Music Publishing e della Atlantic Records, non hanno ancora risposto.

La cifra, in caso venisse data ragione agli eredi di Townsend, potrebbe essere elevata, calcolando che la canzone è stata tra le prime a raggiungere i 500 milioni di ascolti in streaming su Spotify e ha ottenuto un Grammy Award come Song of the Year.

Next Post

Il Segreto, anticipazioni venerdì 12 agosto

Dopo che ieri abbiamo visto i primi cedimenti di Bosco, che comincia a dubitare finalmente della buona fede della moglie, e della stessa Amalia, che appare sempre più pazza e fuori di testa, siamo pronti a goderci un altro imperdibile appuntamento con Il Segreto. Nella puntata di oggi, venerdì 12 […]